Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Come fare una versione di latino (Parte II)

Nella prima lezione abbiamo messo in evidenza come prima di iniziare a tradurre la versione di latino è fondamentale leggere il testo e partire con l'analisi della struttura della versione stessa. Riprendiamo da dove eravano rimasti, ecco altri 5 consigli su come fare una versione di latino senza stress.

6. Se il verbo è di forma passiva, cerchiamo subito il complemento d'agente, cioè la persona da cui è compiuta l'azione (a, ab + ablativo); se invece troviamo un ablativo semplice, è meglio non pensare ad un complemento di mezzo o di causa (il che potrebbe anche essere), ma vedere prima se non si tratti della cosa da cui, per così dire, è compiuta l'azione, cioè dal complemento di causa efficiente (es. "Il comandante fu ferito da una freccia").



7. Se il verbo è transitivo (attivo o deponente) si proceda allora alla ricerca del complemento oggetto (che è sempre in caso accusativo), tenendo però presente che esso potrebbe anche mancare, o perché sottinteso nel contesto o perché il verbo è usato come apparente intransitivo.



Problemi con il latino? Chiedi aiuto sul nostro forum!

8. Dopo aver individuato il complemento oggetto occorre procedere come nel punto 4, cioè verificare se nella proposizione ci sia qualche altro termine in accusativo che possa riferirsi ad esso: un attributo, un'apposizione, un complemento predicativo dell'oggetto o un participio.



9. Chiariti questi elementi fondamentali della proposizione in base ai nessi che tra essi intercorrono, si passa agli altri complementi, partendo da quelli che si riferiscono più da vicino al soggetto.



VERSIONI DI LATINO GIA' SVOLTE

10. Un sostantivo al genitivo (complemento di specificazione) può avere valore soggettivo (es. "L'arrivo dei nemici"), oggettivo (es. "Il desiderio di gloria"), dichiarativo (es. "L'albero della palma"), possessivo (es. "Il cavallo dei soldati"), di pertinenza (es. "E' [dovere] del console"), partitivo (es. "Uno dei soldati" - "Il più eloquente degli oratori"), di qualità (es. "Un giovane di grande coraggio") o esprimere il complemento di stima (es. 'MAGNI AESTIMARE = stimare molto'), di prezzo (es. 'PLURIS VENDERE = vendere a maggior prezzo'), di colpa (es. 'FURTI ACCUSARE = accusare di furto'), di pena (es. 'DUPLI CONDEMNARE'), di età (es. 'ADULESCENS QUINDECIM ANNORUM'). Naturalmente il genitivo può dipendere anche da aggettivi e da participi usati con valore aggettivale (es. 'AMANS GLORIAE = desideroso di gloria'), nonché dalla costruzione particolare del verbo (es. 'ROMANORUM INTEREST = interessa ai Romani' - 'AMICORUM MEMINI = mi ricordo degli amici').



Come tradurre una versione di latino?

Qui trovi i primi 5 trucchi

Qui troverai presto gli ultimi 5.... continua!

Commenti

Commenta Come fare una versione di latino (Parte II).
Utilizza FaceBook.