Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Con quanti debiti si viene bocciati? Il numero di insufficienze massimo

CON QUANTI DEBITI SI VIENE BOCCIATI? IL REGOLAMENTO. L’obiettivo di ogni studente che si rispetti è quello di essere promosso! Prendere dei  voti e andare bene a scuola è molto soddisfacente, ma cosa succede se uno studente vacilla su qualche materia ed è appeso al filo della bocciatura? Quante insufficienze si devono avere per essere a rischio bocciatura?
In altre parole: quanti debiti scolastici (o formativi che dir si voglia) si devono avere per essere dichiarati "spacciati" e quindi inevitabilmente bocciati? In questo articolo chiariremo in cosa consistono e come funzionano i debiti scolastici in base al regolamento ufficiale del Miur!

Sei in bilico tra promozione e bocciatura? Leggi: Essere bocciati a scuola: i motivi


CON QUANTE INSUFFICIENZE SI VIENE BOCCIATI? Per prima cosa chiariamo che i debiti formativi, detti anche debiti scolastici, sono dati dai professori quando alla fine dell'anno lo studente non arriva alla sufficienza in una data materia. Una volta assegnato il debito, l’alunno deve frequentare i corsi di recupero (che non tutte le scuole attivano e che non ovunque sono obbligatori) e superare poi un esame di riparazione tra la fine di agosto e i primi giorni di settembre.
Non esiste una regola che stabilisce il numero di debiti formativi accumulabili: di consuetudine però, si risparmiano gli studenti che sono rimasti indietro in una o due materie mentre i professori tendono a bocciare gli alunni che hanno tre o più  insufficienze gravi. Il regolamento in merito alla promozione con debiti alla classe successiva prevede infatti che: "Nei confronti degli alunni che presentino un'insufficienza non grave in una o più discipline, comunque non tale da determinare una carenza nella preparazione complessiva, il consiglio di classe, prima dell'approvazione dei voti, sulla base di parametri valutativi stabiliti preventivamente, procede ad una valutazione che tenga conto:
a) della possibilità dell'alunno di raggiungere gli obiettivi formativi e di contenuto propri delle discipline interessate nei tempi e con le modalità stabilite dal consiglio di classe per accertare il superamento delle carenze formative riscontrate (debito formativo);
b) della possibilità di seguire proficuamente il programma di studi nell’anno scolastico successivo. In particolare tali alunni sono valutati sulla base delle attitudini ad organizzare il proprio studio in maniera autonoma ma coerente con le linee di programmazione indicate dai docenti”
. In base a tale valutazione lo studente che presenta una o più insufficienze può dunque essere promosso con uno o più debiti scolastici o bocciato.


DEBITI FORMATIVI: COSA ACCADE SE NON SI SUPERA L’ESAME DI RIPARAZIONE? Se hai accumulato i debiti formativi e sei stato rimandato, quindi promosso ma con riserva, devi affrontare prima i corsi di recupero e poi, inevitabilmente cercare di superare l’esame di recupero per far capire al professore di aver colmato tutte le tue lacune. I corsi non sono strettamente obbligatori, ma consigliatissimi, mentre la verifica sì! L’esame di recupero è in linea generale previsto prima dell’inizio della scuola. 
Cosa succede se non riesci a recuperare i debiti formativi? I debiti non recuperati non comportano necessariamente la bocciatura o la non ammissione all’anno scolastico. Certo è che se i debiti formativi sono più di tre sei veramente in bilico. Se non riesci a superare la verifica, sappi, comunque, che puoi recuperare durante l’anno, anche se il tuo debito si accumulerà con le lezioni nuove! Soprattutto devi impegnarti per non riavere lo stesso debito nella stessa materia, perché potrebbe essere davvero rischioso, perciò cerca di impegnarti al massimo!
Tutto chiaro? E ora, cerchiamo di dare una svolta alla tua carriera da studente.
Ecco come:

Commenti

Commenta Con quanti debiti si viene bocciati? Il numero di insufficienze massimo.
Utilizza FaceBook.