Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Cresce la protesta, maxi-manifestazione a Roma il 12 marzo

"Gli insegnanti inculcano idee diverse da quelle che vengono trasmesse nelle famiglie" , firmato Silvio Berlusconi. Apriti cielo. Le parole del premier sulla scuola pubblica hanno generato una generale ondata di protesta, con Repubblica.it in prima fila. L’iniziativa “Io difendo la scuola pubblica perché… è di tutti”, che invita studenti e non ad esprimere la propria idea, sta riscuotendo enorme successo. Anche grandi nomi della musica, della letteratura e dello spettacolo come Roberto Vecchioni, Ligabue, Jovanotti, Emma, Marracash, Fiorella Mannoia, Carmen Consoli, Paola Turci, Francesco Renga, Caparezza, Max Pezzali, i Subsonica, Vinicio Capossela, Eros Ramazzotti, i Verdena, Arisa, i Baustelle ma anche Ferzan Ozpetek, Dario Fo, Riccardo Scamarcio, Andrea Camilleri e Ilaria D’Amico, hanno fatto sentire la propria voce.

Il clou della protesta sarà però il prossimo 12 marzo, quando è annunciata una maxi-manifestazione a Roma, in piazza del Popolo, in concomitanza con "A difesa della Costituzione" , la protesta contro la riforma della Giustizia e la legge Bavaglio. “Vogliamo scendere in piazza - scrivono Rete degli studenti e Unione degli universitari - come studenti, come giovani, ma soprattutto come cittadini di questo Paese per difendere i diritti, i doveri, i principi e i valori che la nostra Costituzione sancisce e che vorremmo vedere realizzati e non attaccati, smantellati, aggirati. Scendiamo in piazza perche' troppi ad oggi sono i diritti negati, i principi non rispettati. E questo si percepisce non in maniera astratta ma concretamente, nelle nostre vite, sulla nostra pelle”.

Commenti

Commenta Cresce la protesta, maxi-manifestazione a Roma il 12 marzo.
Utilizza FaceBook.