Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Serena De Domenico

E la chiamano scuola pubblica?

La chiamano scuola pubblica, ma di fatto l'80% delle spese necessarie per l'attività didattica ed extradidattica nei licei italiani è a carico delle famiglie degli studenti.

Avete presente i laboratori teatrali, quelli di lingue, il corso di cinema, le gite ai musei e tutte quelle piacevoli attività che comunque sono legate alla scuola? Ecco quelle sono pagate da mamma e papà.
E le lavagne? I cancellini, i registri, perfino la carta igienica... la vostra scuola li compra grazie al contributo "volontario" rischiesto alle famiglie ad inizio anno.

Il dato è emerso grazie alle informazioni inserite nel portale "Scuola in chiaro", realizzato per iniziativa  per iniziativa del ministro dell'istruzione Francesco Profumo, al fine di digitalizzare la scuola italiana, e renderla più trasparente (Ve ne abbiamo parlato qui).

Milano risulta la città  con i genitori più generosi, infatti  60 euro su 100 presenti nelle casse dei licei provengono direttamente dalle tasche delle famiglie.

Il quotidiano Repubblica ha realizzato un'indagine su 233 licei di 10 importanti città italiane. Il liceo scientifico Cannizzaro di Roma che riceve l'82,3 per cento delle proprie entrate dalle famiglie, sembra essere la scuola che deve di più alla generosità dei genitori degli studenti. .Seguono classici Beccaria e Manzoni di Milano. A Torino il liceo pubblico più "pagato" dalle famiglie è  invece lo scientifico Volta.

Commenti

Commenta E la chiamano scuola pubblica?.
Utilizza FaceBook.