Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Gli studenti protestano in piazza e sul web

Al grido di “ora i conti li fate con noi” è partita la stagione di proteste, un autunno che si preannuncia caldissimo. Oggi gli studenti italiani sono tornati in piazza con 90 cortei contro il degrado della scuola. E alla protesta sulle strade si è aggiunta anche quella sul web: i social network sono diventati contenitori di commenti, slogan, costantemente in diretta. ”Il 40% delle scuole è privo di certificato di idoneità statica, il 47% dei giovani è precario – afferma in un comunicato l’Unione degli studenti  - il 29% dei giovani è disoccupato, il governo ha tagliato le risorse per le borse di studio del 94,75%. Siamo in piazza per ribadire il nostro no ad una politica di continui tagli alla formazione, di riforme calate dall'alto. A tutto ciò fin dallo scorso anno abbiamo contrapposto non solo la forza dei nostri 'no', ma anche e soprattutto la forza delle nostre proposte”.

(foto Ansa)La protesta è iniziata con un rumoroso tintinnio di sveglie, all’alba, davanti a Palazzo Chigi, con il quale gli studenti hanno voluto dare il via alla giornata di manifestazioni: “Abbiamo voluto iniziare la giornata di oggi con un bliz davanti palazzo Chigi all'alba – ha spiegato la Rete degli studenti - portando delle sveglie a questo governo, per dire che la loro ora ormai è arrivata, questa generazione non vuole che si perda altro tempo”.
A Milano invece gli studenti del Coordinamento dei collettivi hanno puntato a far irruzione nella sede italiana dell’Agenzia di rating Moody’s, in corso di Porta Romana. I manifestanti sono stati bloccati nel loro tentativo di blitz, ma hanno comunque imbrattato l’edificio con lanci di uova e secchiate di vernice. Moody’s è il simbolo delle difficoltà economiche del paese.

Come detto però la protesta sta vivendo anche sul web, con i tanti messaggi dei ragazzi su Facebook, Twitter e Google+ e la diretta dei siti studenteschi (clicca qui per seguire live la protesta su retedellaconoscenza.it). Inevitabile un omaggio a Steve Jobs e al suo illuminante discorso all’Università di Stanford. “Stay hungry, stay foolish” è lo slogan più gettonato dai ragazzi: “Noi invece abbiamo la Gelmini e il suo tunnel di neutrini… ”

Commenti

Commenta Gli studenti protestano in piazza e sul web.
Utilizza FaceBook.