Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Il Risorgimento è… su Twitter e Fb!

Dieci personaggi celebri - Mazzini, Garibaldi, Cavour, Vittorio Emanuele II, Cattaneo, D'Azeglio, Cristina di Belgioioso, Gioberti, Pisacane e Nievo - e una grande storia da raccontare: quella dell’Unità d’Italia. E quale mezzo migliore se non i social network per catturare l’attenzione di giovani e meno giovani? Raccoglie consensi l’iniziativa di un gruppo di giornalisti e redattori piemontesi  - Roberto Cena, Silvia Alberto di Chivasso, Fabrizio Mastroleo, Marco Ferraris e Diego Scarella - che hanno puntato su Twitter e Facebook per ripercorrere i grandi eventi del Risorgimento. Si chiama EroiTwittanti, la lista pubblica di tweet al cui interno i principali protagonisti della scena politica italiana dell’epoca riflettono e commentano la situazione italiana di 150 anni fa ma anche, con intelligenti collegamenti, quella attuale. Come? Pubblicando come ‘tweet’ frasi ricavate dai documenti di un secolo e mezzo fa. E c’è anche una pagina Facebook, TwItalia 150, in cui vengono riproposti i messaggi postati su Twitter.

 

 
“L'obiettivo – ha spiegato Roberto Cena  a ‘La Stampa’ - è celebrare in modo originale l’Unità d'Italia sul web 2.0, raggiungendo un pubblico giovane che spesso s'informa solo attraverso il canale internet. L'idea di usare Twitter mi è venuta leggendo il Washington Post, che per i 150 anni della Guerra civile americana ha sfruttato il network in maniera simile”.
L’idea ha avuto grande successo anche nelle scuole: “Sappiamo che alcuni insegnanti hanno iniziato a usarli come strumento didattico: la forma del tweet è infatti molto più vicina al linguaggio degli studenti di quella dei lunghi trattati di storia”.

Commenti

Commenta Il Risorgimento è… su Twitter e Fb!.
Utilizza FaceBook.