Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Angela Ardizzone

Iliade e Odissea: confronto, analogie e differenze

ILIADE E ODISSEA: CONFRONTO, ANALOGIE E DIFFERENZE

L'Iliade e l'Odissea, i poemi epici più importanti dell'antichità attribuiti al poeta Omero, sono stati oggetto, nel corso dei secoli, di innumerevoli discussioni, dando vita a quella che chiamiamo questione omerica. La questione omerica risale al periodo alessandrino e si protrae fino ai giorni nostri: la discussione riguarda essenzialmente la reale esistenza di Omero e il dubbio sul fatto che i due poemi fossero stati scritti dallo stesso autore.
Perché questi dubbi? Innanzitutto perché ci sono alcune evidenti differenze tra l'Iliade e l'Odissea, e poi perché le notizie su Omero sono spesso discordanti tra di loro: si è allora quasi certi che Omero non fosse mai esistito e che i due poemi epici siano il risultato di una lunga tradizione orale rimaneggiata da autori diversi nel corso dei secoli. Cerchiamo allora di capire quali sono le analogie e quali le differenze che intercorrono tra l'Iliade e l'Odissea. 

Approfondisci Omero leggendo qui: Omero: chi era l'autore dell'Odissea

Iliade e Odissea: confronto, analogie e differenze

ILIADE E ODISSEA DI OMERO: LE ANALOGIE

Tra i due poemi vi sono numerose analogie, ma le differenze sono talmente tante che molti filologi hanno addirittura pensato che i due poemi fossero stati scritti in epoche diverse.
L'Iliade e l'Odissea raccontano due vicende che possiamo ritenere collegate: l'Iliade racconta 51 giorni dell'ultimo anno della guerra di Troia, mentre l'Odissea racconta le avventure di Odisseo, il re di Itaca che ha partecipato alla guerra di Troia, artefice dell'inganno del cavallo, che cerca in tutti i modi di ritornare in patria. Entrambi i poemi sono divisi in 24 libri di esametri dattilici, ma questa impostazione è stata data dai filologi alessandrini, i quali hanno assegnato ad ogni libro una lettera dell'alfabeto greco, maiuscola per l'Iliade e minuscola per l'Odissea.
I due poemi omerici risalgono probabilmente al IX (o VIII) secolo circa, ma nascono come racconti orali, assumendo poi, nel corso del tempo, una certa organicità. La natura orale dei due poemi si evince dalla presenza di numerose formule, gruppi di parole che si ripetono nel testo e che servono a far ricordare meglio il racconto tramandato oralmente. Nel VI secolo ebbero ufficialmente una forma scritta, ad opera del tiranno di Atene Pisistrato. 

POEMI OMERICI: LE DIFFERENZE TRA ILIADE E ODISSEA

Le differenze tra l'Iliade e l'Odissea sono molte, ma cerchiamo di evidenziare quelle principali. Innanzitutto i due protagonisti: Achille, protagonista dell'Iliade, è il classico eroe bello e valoroso, il cui unico obiettivo è quello di fare strage di nemici per poi ricevere in premio la gloria e il ricordo tra i posteri.
I suo sentimenti sono la rabbia, il rancore, la vendetta, la sete di vittoria. Il protagonista dell'Odissea invece, Odisseo (Ulisse nella traduzione latina), non è di certo bello e biondo come Achille e non è una macchina da guerra: le sue qualità principali sono l'astuzia, la curiosità, contornate dalla nostalgia e dalla voglia di vedere la propria patria e i propri cari.
Anche la società rappresentata nei due poemi è abbastanza diversa: nell'Iliade la società descritta è quella micenea, basata sui valori dell'etica eroica e guerriera. Nell'Odissea la società è ancora micenea, ma si intravedono spiragli di modernità: per esempio, Odisseo (nonostante sia un re!) non vede nulla di strano nel costruirsi da solo una zattera o nel combattere fianco a fianco con un suo servo, cose che un Agamennone o un Menelao non avrebbero mai fatto nell'Iliade. Differenze le riscontriamo anche nell'azione: quella dell'Iliade è ambientata nel campo di battaglia e negli accampamenti, quella di Odisseo invece spazia in tutto il Mediterraneo. 

ILIADE E ODISSEA: LO STILE

L'Iliade e l'Odissea si differenziano anche nello stile, tanto che alcuni hanno pensato che potessero esser stati scritti da due autori diversi, altri invece che l'Iliade fosse stata scritta in gioventù da Omero, mentre l'Odissea in tarda età.
Achille rappresenterebbe gli ideali giovanili del poeta, mentre l'Odissea quelli più pacati della vecchiaia. L'Odissea, inoltre, scritta almeno alcuni decenni dopo l'Iliade, presenta uno stile più maturo e raffinato. 

DIFFERENZE ILIADE E ODISSEA: IL PROEMIO

Infine, un'ultima sostanziale differenza riguarda il proemio. In entrambi vi è l'invocazione alla Musa, ma la distanza tra le due tematiche trattate è evidente fin dai primi versi. Nell'Iliade la parola chiave è l'ira di Achille, conferendo al racconto un tono drammatico e dando risalto alla natura bellica dell'eroe.
Il proemio dell'Odissea invece presenta una novità: la tematica principale non è la guerra voluta dagli dèi o l'ira di un eroe, ma al centro vi è un eroe visto sotto l'aspetto umano, intelligente ma allo stesso tempo sofferente per il lungo peregrinare.  

RIASSUNTO ODISSEA LIBRO PER LIBRO

Hai bisogno di un riassunto dettagliato dell'Odissea? Ecco le nostre risorse:

Se invece ti serve la parafrasi del proemio o l'analisi dei personaggi clicca qui:


RIASSUNTO ILIADE: TUTTO PER STUDIARE

Se invece hai bisogno di un bel riassunto sull'Iliade leggi qui: 

Qui invece trovi tutto quello che ti serve sui personaggi:

Commenti

Commenta Iliade e Odissea: confronto, analogie e differenze.
Utilizza FaceBook.