Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

La scuola cambia, le novità del 2010

Il 2010 si appresta ad essere un anno storico per la scuola italiana, che andrà incontro a tanti profondi cambiamenti. Dopo l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri e del Consiglio di Stato ai regolamenti manca ormai soltanto il parere delle commissioni parlamentari per dare il via libera definitivo alla riforma voluta dal ministro Mariastella Gelmini per modernizzare le scuole superiori dello Stivale. Entro metà gennaio camera e senato dovrebbero esprimersi e a quel punto la riforma completerà il suo iter, tornando in aula per l’approvazione finale, passando poi al Quirinale per la firma del Capo dello Stato ed infine sarà iscritta nella gazzetta ufficiale.

Il Ministero dell’Istruzione, vista la lotta contro il tempo che la riforma sta combattendo negli ultimi mesi, ha deciso di slittare le iscrizioni a fine marzo: gli oltre 500mila studenti che si apprestano ad entrare nel mondo dei liceali saranno aiutati nel comprendere tutte le caratteristiche dei nuovi indirizzi da una massiccia campagna di informazione.
Dal 1 Settembre 2010 l’assetto dei licei italiani cambierà radicalmente: ci saranno solo sei indirizzi (artistico, classico, linguistico, musicale e coreutico, scientifico e delle scienze umane), il quinquennio sarà formato da due bienni e un quinto anno e gli studenti “godranno” di una riduzione del monte orario settimanale. Una delle grandi novità riguarda inoltre l’obbligo di insegnamento in lingua straniera di una delle materie di ordinamento del quinto anno.

Importanti cambiamenti anche per gli insegnati: saranno introdotti i dipartimenti, articolazioni funzionali del Collegio dei docenti, con compito di sostegno alla didattica e alla progettazione formativa.

Commenti

Commenta La scuola cambia, le novità del 2010.
Utilizza FaceBook.