Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Le cheerleaders nelle scuole italiane

Il fenomeno cheerleader arriva anche in Italia. Le scuole italiane, nonostante i tagli al bilancio, hanno deciso di aprire le porte ad una disciplina molto diffusa negli States, ad uno sport destinato alle studentesse nostrane, che potranno così sentirsi proprio come le colleghe americane. A Bologna e in oltre 700 istituti italiani si terranno infatti a scuola corsi per diventare cheerleader. Non ragazze pon pon, definizione ‘offensiva’: il cheerleading è un vero e proprio sport, affiliato al Coni, che consiste nell’incitare il pubblico, a guidare il tifo con cori, danze acrobatiche e coreografie, come spiega il presidente della Federazione italiana cheerleading Riccardo Cavalieri. “E è uno sport che diverte, genuino, e in cui esiste un fortissimo senso di squadra. Non richiede che le ragazze siano belle o brutte, prevede soltanto che tutte insieme portino il sorriso, la gioia e compongano figure più o meno difficili a seconda che facciano parte di team di cheerdance o di cheer acrobatico”.

Una federazione ambiziosa, in grande ascesa, e che starebbe per stringere accordi anche con squadre di calcio di Serie A e B. Il corso potrebbe dunque aprire le porte alle studentesse italiane ad una nuova strada, che in America vanta grande attenzione, sia a livello scolastico che nelle leghe sportive professionistiche.

Commenti

Commenta Le cheerleaders nelle scuole italiane.
Utilizza FaceBook.