Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Angela Ardizzone

Primo giorno di scuola tra riforme e fondi scolastici

È tempo di mettere via il costume da bagno e di tornare in classe: parte in questi giorno l'anno scolastico 2014-2015. Ieri, 8 settembre, è stato il primo giorno di scuola per gli studenti di Bolzano, il 10 toccherà al Molise e al Trentino, l'11 all'Abruzzo e alla Valle d'Aosta, e per ultimi Puglia e Sicilia il 17 settembre. Gli studenti di tutte le altre regioni invece affronteranno il primo giorno di scuola lunedì 15 settembre. Un primo giorno di scuola davvero carico per tutti, in quanto in pieno clima di riforma scolastica.

Un inizio scolastico davvero pieno di aspettative, tra promesse di riforma e del rinnovamento. Sono giorni infatti di attesa del nuovo piano di riforma scolastica pensato da Renzi e Giannini, "La buona scuola", che prevede l'assunzione di circa 150 mila precari, la digitalizzazione scolastica, nuovi programmi, il collegamento scuola-lavoro e così via. Inoltre, Renzi ha promesso un programma straordinario per l'edilizia scolastica, con una spesa di circa 3 miliardi di euro. Il piano, con tanto di hashtag (#scuolebelle), servirà a rendere più sicure e funzionali le strutture scolastiche, ed è principalmente volto alle scuole del sud, in particolare Campania, Calabria, Puglia, Sicilia e Lazio.

Gli ultimi giorni di scuola saranno il 6 giugno per Emilia Romagna e Molise, l'8 giugno per Lombardia e Lazio, il 9 Puglia e Trento, il 10 Campania, Liguria, Marche, Sardegna, Umbria, Toscana, Veneto, e per finire l'11 giugno Calabria, Abruzzo, Basilicata, Sicilia, Lombardia. Gli esami di Maturità partiranno il 17 giugno con la prima prova. Probabilmente la Maturità 2015 vedrà l'avvio della metodologia Clil, ovvero l'introduzione di una materia impartita in lingua straniera, cosa che comporterà lo svolgimento di una parte della terza prova e della prova orale in inglese o altra lingua straniera.

Insomma, un primo giorno di scuola all'insegna dell'innovazione e della rivoluzione scolastica... ora non ci resta che attendere e vedere i frutti di tutte queste nuove proposte. 

Commenti

Commenta Primo giorno di scuola tra riforme e fondi scolastici.
Utilizza FaceBook.