Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Riassunto Il diario di Anna Frank

RIASSUNTO IL DIARIO DI ANNA FRANK. Uno dei grandi classici studiati a scuola è Il Diario di Anna Frank, perciò se hai bisogno di un riassunto breve ma dettagliato del libro, sei nel posto giusto (dato che potrai trovare anche le risorse per fare il commento, la recensione e la scheda libro)! Devi sapere che il libro è una raccolta in forma di diario degli scritti di Anna Frank, una ragazza ebrea di Francoforte realmente esistita, il cui nome originale era Annelies Marie Frank, costretta nel 1942 a nascondersi insieme alla sua famiglia per sfuggire alle persecuzioni e ai campi di sterminio nazisti. Il manoscritto originale del diario è conservato presso l’Istituto nazionale degli archivi sulla Seconda Guerra Mondiale di Amsterdam e nel 2009  l'UNESCO lo ha inserito nell'Elenco delle Memorie del mondo.

(foto edizioni Einaudi)

IL DIARIO DI ANNA FRANK RIASSUNTO BREVE: Una storia vera. La storia è quella di Anna Frank, ragazza tedesca di origine ebrea nata a Francoforte nel 1929, morta a soli 16 anni nel campo di concentramento di Bergen Belsen. Le vicende raccontate nel libro iniziano il giorno del compleanno di Anna, il 12 giugno 1942, quando la ragazza riceve in regalo un diario che diverrà, tra il 12 giugno 1942 e il primo agosto 1944, testimonianza delle atrocità del nazismo e della storia triste, toccante e personale di Anna e della sua famiglia. La ragazzina si rivolgerà alle pagine come ad un'amica immaginaria, Kitty. 
Le prime pagine del libro immortalano una quotidianità che si fa sempre meno serena perché le dure restrinzioni imposte dal nazismo agli ebrei fanno da contraltare ad un'esistenza tranquilla fatta di sogni, di rimproveri a scuola, amicizie e primi amori.
Fino all'8 luglio il racconto è quello di una ragazzina benestante che si è trasferita in Olanda per sfuggire a Hitler. Quando la Germania occupa l'Olanda, però, tutto cambia:  Otto Frank, la moglie Edith e le due figlie Margot e Anna, sono costretti alla clandestinità e trovano  rifugio in alloggio predisposto nei magazzini della ditta di Otto Frank, una vecchia fabbrica di spezie (in olandese, l’alloggio segreto viene chiamato Het Achterhuis, il “retrocasa”, che è anche il titolo originale dell’opera).
Poco dopo, trovano rifugio nello stesso posto la famiglia Van Daan, composta da Hermann Val Pels (il cognome della famiglia sarà cambiato nel testo in Van Daan), socio di Otto, sua moglie Auguste, che nel testo viene chiamata Petronella, e il figlio Peter, di sedici anni, e il dottor Fritz Pfeffer, Albert Dussel nel libro. I clandestini riceveranno notizie e aiuti dall’esterno, grazie ad alcuni cittadini “liberi” come Miep Gies, segretaria di Otto Frank, e Johannes Kleiman. Anna in quei due anni di segregazione decide di scrivere un diario in cui racconta le sue gioie, i suoi dolori, le sue speranze, ma anche fatti banali, tutte le discussioni che una convivenza forzata provocavano, i litigi sul bagno, sul cibo e le sue aspirazioni sul futuro, senza perdere la speranza.


IL DIARIO DI ANNA FRANK RIASSUNTO LIBRO: la reclusione forzata e una convivenza difficile. L’alloggio è mimetizzato da una libreria mobile che ne nasconde l’entrata e si compone di più stanze, permettendo così la convivenza di più persone. Anna nel suo diario racconta di questa esperienza durissima, soprattutto per i tre ragazzi: lei stessa, la sorella e Peter. La vita, senza la libertà è angustiante e snervante: la ragazzina racconta delle notti passate ad ascoltare Radio Orange per avere notizie sulla guerra, del timore di essere scoperti e denunciati e delle tensioni che si instaurano tra gli abitanti del rifugio. Per fortuna, però, Anna si consola scrivendo sul suo diario lettere ad un'amica immaginaria, Kitty.
Spesso, parla di Peter, il ragazzo di cui si accorge di essere innamorata e degli altri inquilini dell’angusto alloggio: parla del padre e della madre, della sorella che appare disperata e che sembra subire più la prigionia, del signor Van Daan, che ad Anna appare molto noioso e della signora Van Daan sempre pronta a criticare, anche in quella terribile situazione. Anna racconta soprattutto il suo affetto per Peter e di come anche lui contraccambi: il momento preferito della ragazza è infatti la sera, quando va in soffitta a parlare un po' con lui, un momento davvero speciale.
Anna racconta tante cose, come farebbe una ragazza di 13 anni scrivendo il suo diario: i conflitti con la madre legati all'età, i cambiamenti dell'adolescenza, l'amore. Il suo racconto, però, è segnato dalle ferite profonde, provocate dalla situazione che è costretta a vivere suo malgrado. Parla tanto delle sue passioni, delle cose che le piacciono e a cui è interessata, come la storia, il francese e le materie letterarie, che studia molto perché vuole diventare una scrittrice e, ovviamente, parla anche di ciò che non sopporta, come la matematica!


RIASSUNTO IL DIARIO DI ANNA FRANK. L’irruzione nell’alloggio segreto, l’arresto e la deportazione. Il 4 agosto 1944 però la clandestinità di Anna e della sua famiglia finisce bruscamente: a seguito di una segnalazione, i nazisti irrompono nell’alloggio segreto e tutti i clandestini sono tratti in arresto. Il ricovero viene perquisito dalla Gestapo e qualche giorno dopo il gruppo dei rifugiati viene trasferito a Westerbork, il più grande campo di concentramento in Olanda.
Il 2 settembre 1944 i Frank sono condotti ad Auschwitz dove il padre viene separato dalle figlie e dalla moglie, che da lì a poco, muore, e poi a Bergen-Belsen. Nel capo di concentramento le due sorelle, Anna e Margot si ammalano di tifo e nel marzo dello stesso anno vengono sepolte in una fossa comune.
Solo Otto Frank sopravviverà ai lager, tornando in Olanda dopo la liberazione di Auschwitz. Ricevuto il Diario della figlia da alcuni amici che lo avevano in custodia, Otto Frank lo farà pubblicare nel 1947 e diverrà una delle testimonianze più importanti dei crimini del nazismo.

SCHEDA LIBRO IL DIARIO DI ANNA FRANK. Se oltre al riassunto devi fare anche la scheda libro de Il diario di Anna Frank, allora puoi affidarti ai nostri appunti. Qui sotto troverai la scheda libro svolta, utile anche in caso tu abbia bisogno di una scaletta da utilizzare come modello o se devi scrivere il commento o la recensione.

COMPITI: TUTTI I RIASSUNTI. Se hai bisogno di altri riassunti leggi:

Commenti

Commenta Riassunto Il diario di Anna Frank.
Utilizza FaceBook.