Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Riassunto il sentiero dei nidi di ragno

RIASSUNTO IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO- Cerchi un riassunto completo de Il sentiero dei nidi di ragno di Italo Calvino? Sei nel posto giusto: qui troverai la trama in breve di tutti i capitoli del libro e il materiale necessario per fare il commento. Iniziamo subito. Il sentiero dei nidi di ragno è stato pubblicato nel 1947 dalla casa editrice Einaudi, ed è ambientato in Liguria all'epoca della seconda guerra mondiale e della Resistenza partigiana. Il romanzo, che è il primo di Calvino, rappresenta una particolare variazione del canone neorealista perché gli eventi vengono narrati attraverso il punto di vista di un bambino, Pin.

(Foto: Ed. Oscar Mondadori)


IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO RIASSUNTO- Le vicende sono ambientate in un paesino della riviera di ponente della Liguria, che somiglia in tutto e per tutto alla città Natale di Calvino, Sanremo, dopo l'8 settembre 1943. Il protagonista è Pin, un bambino di circa dieci anni, abbandonato a se stesso, senza una madre, morta, e con un padre marinaio assent. Pin, isolato dai coetanei, vive con la sorella Rina, una prostituta detta la Nera di Carrugio Lungo. Il ragazzo è sempre in cerca di amicizia tra gli adulti del quartiere portuale dove vive e spesso viene preso in giro a causa delle relazioni sessuali che la sorella intrattiene coi militari tedeschi. Lui é l'amico dei grandi, il bambino vecchio, si riempie le narici del tabacco che riesce a scroccare ai clienti della sorella, ed è sempre in mezzo a discorsi da adulti che non capisce a fondo. Pur di farsi notare e per provare la sua fedeltà, nonostante le azioni discutibili della sorella, ruba la pistola di servizio,una P38, di un marinaio tedesco in quei giorni cliente della Nera, e la sotterra in campagna, nel luogo, sconosciuto a tutti, in cui è solito rifugiarsi, dove i ragni fanno il nido.


IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO RIASSUNTO DETTAGLIATO- Sulla strada del ritorno, viene catturato e arrestato dai tedeschi, perché ha ancora addosso il cinturone del soldato. In carcere Pin conosce alcuni antifascisti: Pietromagro, il ciabattino di cui era garzone, ma specialmente Lupo Rosso, di soli 16 anni, capo coraggioso di una banda partigiana di cui Pin vorrebbe conquistare l’amicizia. Pin riesce a convincere Lupo Rosso a coinvolgerlo nel suo piano di fuga. Evadono, ma poi, il bambino rimane solo perché l'altro non si presenta all'appuntamento che si erano dati. Pin allora vaga da solo nei boschi e lì incontra Cugino, un partigiano solitario dall'aria mite, un uomo della banda del Dritto; questi lo condurrà sulle montagne, al gruppo segreto di militanti partigiani a cui appartiene, uomini "senza coscienza di classe". Qui Pin entra in contatto con molti antifascisti: Dritto il comandante, Pelle, Carabiniere, Mancino il cuciniere, Giglia la moglie di Mancino che ha una relazione segreta col Dritto, Zena il lungo detto Berretta-di-Legno o Labbra di Bue e dove trova nuovamente Lupo Rosso; così si sistema presso di loro, si sente a suo agio, ma non ha ancora trovato un vero amico, qualcuno a cui rivelare il segreto del sentiero dei nidi di ragno.

IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO RIASSUNTO CAPITOLI- Pin ha deciso: svelerà a Pelle il segreto della pistola nascosta e del sentiero dei nidi di ragno; Pelle parla sempre di donne e di armi, di storie affascinanti. Fa intendere a Pin che conosce bene anche sua sorella. Piace molto a Pin. Dopo un incendio involontariamente provocato dal Dritto, Pelle litiga col capo banda, a tal punto da decidere di tradire i suoi compagni: parte per il villaggio e rivela ai tedeschi dove si trova l'insediamento partigiano. Entrano così in scena due nuovi personaggi: Kim e Ferriera, due comandanti partigiani, che fanno sopralluogo nel distaccamento del Dritto per indagare sui fatti dell’incendio. Casualmente, intanto, Pin viene a conoscenza della relazione adulterina tra lo stesso Dritto e Giglia. Arrivano però i nazifascisti, che sono stati informati dal traditore Pelle e che attaccano i partigiani. Ormai l’accampamento non è più sicuro come prima, così i partigiani si disperdono e  raggiungono altre brigate . La situazione peggiora ancora quando Pin comincia a rivelare quello che ha visto la mattina, cioè la tresca amorosa tra il Dritto e la Giglia: il Dritto tenta allora di zittire il bambino, malmenandolo, tanto che Pin gli morde la mano. Con quel gesto rabbioso esce dall'accampamento e scappa via di corsa. Incontra di tanto in tanto dei tedeschi e dopo alcuni giorni di marcia, arriva al suo paesino o almeno quello che ne resta dopo il rastrellamento dei nazisti. Pin si dirige al sentiero dei nidi di ragno, per scoprire che l’arma , di cui aveva svelato l’esistenza solo a Pelle, non è più nel suo nascondiglio.

RIASSUNTO IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO- Pin, sconvolto, si reca dalla sorella e viene a sapere che lei possiede una pistola datale da un giovane delle brigate nere, sempre raffreddato. Pin capisce che si tratta di Pelle. Se la riprende con rabbia e, scappa da quella casa. Ora si sente ancora più solo e fugge verso il sentiero dei nidi di ragno, dove incontra nuovamente Cugino. Pin conversa a lungo con Cugino e crede che lui sia il suo unico vero amico: a lui persino interessano i nidi di ragno da lui scoperti. Durante la loro conversazione, Cugino dice a Pin che vorrebbe andare con una donna, dopo tanti mesi passati in montagna: anche lui è come tutti gli altri adulti, pensa allora Pin sconsolato. Così finiscono per parlare della sorella prostituta, Cugino si dice interessato e si fa indicare la sua abitazione. Si allontana lasciando a Pin il suo mitra e portandosi dietro proprio la pistola del bambino; dopo pochi minuti Pin sente alcuni spari provenire dalla città vecchia. Ricompare Cugino e Pin è felice: Cugino gli dice che ci ha ripensato, che non ha voglia di andare con una donna, che le donne gli fanno schifo. Probabilmente ha ucciso la sorella di Pin perché complice delle truppe tedesche, ma questo fatto rimane non detto, e Pin non pensa agli spari sentiti poco prima e non fa caso alla rapidità del ritorno di Cugino. Pin non sospetta nulla di tutto questo, è solo felice di aver ritrovato una figura di adulto che lo protegga e lo capisca. I due si tengono per mano e si allontanano, di notte, in mezzo alle lucciole.

COMMENTO IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO: Ecco le nostre risorse per approfondire questo romanzo.  Guarda la recensioneutile per commento e scheda libro e gli appunti sulla vita di Italo Calvino

COMPITI: RIASSUNTI, TEMI E SCHEDE LIBRO- Studia insieme a noi grazie ai nostri riassunti:

Commenti

Commenta Riassunto il sentiero dei nidi di ragno.
Utilizza FaceBook.