Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Saggio breve sulle trasformazioni della famiglia italiana

SAGGIO BREVE SULLE TRASFORMAZIONI DELLA FAMIGLIA ITALIANA

Cambiano i tempi e tutto si trasforma: modi di vivere, abitudini, tradizioni.
Come riuscire a fare un buon saggio breve sulle trasformazioni che coinvolgono le famiglie italiane? Se anche tu hai avuto questa traccia per un compito a scuola, ti proponiamo lo svolgimento di un saggio breve sull’argomento.
Ovviamente puoi usarlo a tuo piacimento, ma tieni sempre presente che un saggio deve essere svolto in base ai documenti che ti vengono sottoposti, perciò valuta bene e poi prendi tutti gli spunti che desideri. Noi abbiamo pensato di elaborare la tematica in generale, lasciando aperto l’argomento proposto, senza utilizzare documenti specifici, in modo da poter essere utilizzato per ogni evenienza.

Scopri la guida completa Come fare un Saggio Breve: schema ed esempi svolti

Saggio breve sulle Trasformazioni della Famiglia Italiana

SAGGIO BREVE SULL’EVOLUZIONE DELLA FAMIGLIA

La prima cosa da fare, come per ogni saggio breve è decidere fin da subito la tesi che si vuole sostenere e impostare un linguaggio adeguato a seconda dei destinatari. Poi bisogna scegliere il titolo: noi intitoleremo il nostro saggio così:

  • Saggio breve sulle trasformazioni della famiglia italiana. Titolo: L’evoluzione della famiglia italiana
  • Saggio breve sulle trasformazioni della famiglia italiana Consegna: Rivista di sociologia


Una volta deciso il titolo si comincia:ora bisognerà fare una scaletta per non perdersi nel discorso, e i punti fondamentali di questa fase sono l’individuazione della tesi centrale e della documentazione ad essa favorevole o contraria all’interno del materiale fornito.
Si procederà con una introduzione, con lo svolgimento del corpo del testo e con una conclusione. Bene, iniziamo!

SAGGIO BREVE SULLE TRASFORMAZIONI DELLA FAMIGLIA ITALIANA: introduzione

Il mondo cambia velocemente, così come gli individui. Basta andare un po’ indietro nel tempo e vedere come vivevano i nostri nonni, come sono cresciuti i nostri genitori e come noi siamo abituati a vivere i nostri giorni.
Ebbene si, anche la famiglia si è dovuta adeguare al progresso, fatto di benessere o crisi, di cambiamenti radicali nel costume, nelle tradizioni. Come si è evoluta la famiglia italiana?
Nel nostro paese, il concetto di famiglia è cambiato, infatti è diverso il sistema di idee e di valori su cui si basava il nucleo familiare, tanto che, col nuovo millennio, la fisionomia della famiglia italiana si è decisamente trasformata.

SAGGIO BREVE CAMBIAMENTI FAMIGLIA ITALIANA: svolgimento

Se procediamo in senso diacronico andando indietro nel tempo, possiamo notare come le famiglie tradizionali degli anni Cinquanta erano basate sul matrimonio, considerato come un'unione indissolubile tra i coniugi.
La figura di riferimento era il padre, il capofamiglia, probabilmente anche l’unico che lavorava e portava i soldi a casa; la moglie si occupava della casa e dei figli, anche con molti sacrifici. Possiamo immaginare questo tipo di famiglia raccolta nella stessa casa, magari con i nonni, che convivevano lo stesso tetto. Non esistevano figli fuori dal matrimonio, o meglio, non erano considerati legittimi, non si poteva interrompere il contratto matrimoniale, infatti non esistevano leggi sul divorzio.
Col passare del tempo molti di queste imposizioni legate al concetto di famiglia si sono evoluti: molti schemi si sono rotti, molte credenze sono state sdoganate, molti diritti sono stati acquisiti fino ad arrivare alla situazione che oggi noi tutti conosciamo. Negli anni Sessanta e Settanta sono state molte le conquiste: moglie e marito hanno funzioni paritarie, si perde per strada il ruolo del capofamiglia, le donne iniziano a lavorare e hanno gli stessi diritti degli uomini. Tutto questo si è raggiunto anche grazie all'emanazione dell'articolo 29 della Costituzione Italiana, con cui si definiscono i principi di uguaglianza tra i coniugi e viene pubblicata la legge per il divorzio. Tutti questi cambiamenti hanno portato alla famiglia cosiddetta moderna, quella degli anni 2000, con entrambe i genitori lavoratori e pochi figli, magari seguiti dalle babysitter, non potendoli affidare alle cure amorevoli dei nonni, magari lontani.
Oggi siamo in presenza di più matrimoni falliti, di matrimoni senza figli, di unioni diverse da quella uomo-donna, a meno matrimoni rispetto al passato per la scelta personale di non sposarsi. È cambiato tutto e anche la famiglia si adegua ai nuovi tempi. Oggi una donna può scegliere di non sposarsi e di avere dei figli, e magari convivere col proprio uomo, cosa assurda per gli anni ’50 e assai riprovevole. L’evoluzione della famiglia è assodata quindi, forse abbiamo guadagnato la possibilità di scegliere e ovviamente, come per ogni conquista, qualcosa l’abbiamo persa per strada. Oggi si dibatte molto sulla questione della famiglia tradizionale, ma a mio parere, forse bisognerebbe fare un ulteriore passo in avanti e domandarsi: esiste ancora la famiglia tradizionale in senso stretto?
Che altro tipo di famiglie esistono? È recente il dibattito sulle unioni civili, che permettono di consolidare un legame affettivo senza ricorrere al matrimonio ma ottenendo legalmente diritti e doveri, anche per le persone dello stesso tempo. È un grosso balzo in avanti che ha fatto l’Italia, spinta anche dalle pressioni dell’Europa, per adeguarsi a nuovi modelli di vita, ormai sotto gli occhi di tutti.

SAGGIO BREVE SULLA FAMIGLIA DI OGGI: conclusione

Il cambiamento ha portato ad una crisi dei valori tradizionali? L’evoluzione è negativa? Come per ogni cosa che si trasforma ci vuole tempo per adeguarsi e vale questo anche per il concetto della famiglia. La crisi, a mio avviso, non dipende dal nucleo familiare in sé ma nell’accanirsi per perpetuare un sistema tradizionale che ormai si è incrinato, ma non per forza di cose in senso negativo.
Sarebbe un errore non allargare il concetto di famiglia e ritenere questa come ancorata a valori di sessant’anni fa, perché non è più così. I tempi e le conquiste di alcuni diritti fondamentali l’hanno trasformata ed è difficile considerare la famiglia moderna come lo specchio di quella del passato.
Non è più possibile, perciò, per non rimanere in posizioni stagnanti che non portano a nulla, bisognerebbe riconsiderare, con mente aperta e occhi puntati sull’attualità, la possibilità che esistono diversi tipi di famiglia e pensare alla possibilità di renderle tutte reali, anche legalmente.

SAGGIO BREVE SULLE TRASFORMAZIONI DELLA FAMIGLIA ITALIANA

Se hai bisogno di altri spunti per il tuo saggio breve o per un tema, ecco i nostri link:

SAGGIO BREVE: TUTTE LE RISORSE

Hai bisogno di altro? Ecco tutte le nostre risorse per te:

Commenti

Commenta Saggio breve sulle trasformazioni della famiglia italiana.
Utilizza FaceBook.