Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Scuole da incubo: 5 leggende metropolitane

SCUOLE DA INCUBO: 5 LEGGENDE METROPOLITANE. Questa scuola è un incubo! Una frase che prima o poi hanno pensato tutti ma che per alcuni studenti è più vera che per altri. Per alcuni, infatti, è da intendersi letteralmente. Per rendersene conto basta fermarsi un po' più a lungo in un pomeriggio pigro, quando oramai tutti sono a casa, e avvertire il malessere profondo che trasuda da corridoi deserti e aule momentaneamente abbandonate. La pensate anche voi così? Non vi preoccupate, non siete i soli a ritenere che gli edifici scolastici siano tra i più angoscianti mai progettati da mente umana (e non abbiamo accennato minimamente a sgabuzzini, ripostigli, scale interne e piani inferiori sotterranei), tanto che col tempo è sorta una notevole mole di leggende metropolitane intorno alle scuole.

Niente ti spaventa? Leggi: Film horror da vedere

SCUOLE INFESTATE DAI FANTASMI: LE LEGGENDE PIU’ SPAVENTOSE. Fantasmi, misteriose sparizioni di studenti, insegnanti che si presentano per il loro primo giorno e poi svaniscono nel nulla, strani rumori, spostamenti di banchi e sedie senza spiegazioni e via dicendo: sono solo alcuni degli elementi ricorrenti che è possibile ritrovare in queste storie di scuole da incubo. Vediamo insieme quali sono le 5 migliori leggende mai raccontate a questo proposito.

  • St. Charles East High School: è una storia particolarmente splatter quella di questa scuola, dove sembra che una matricola che suonava il flauto nella banda della scuola sia stata uccisa da un bidello folle e poi fatta a pezzi e infilata in diversi armadietti. Da allora alcuni studenti dicono di aver trovato i frammenti del suo corpo, solo per poi vederli scomparire davanti a sé. Altri invece dicono di sentire il debole suono di un flauto quando si trovano da soli, mentre altri notano che il loro strumento viene suonato di notte.
  • Bristol Tennessee High School: sono ben tre i fantasmi che infesterebbero l'edificio. Il primo sarebbe Agnes, una ragazza vestita di bianco i cui passi risuonano nei corridoi. Secondo varie ipotesi la ragazza si sarebbe annegata o impiccati, ma i meglio informati pensano che sia stata travolta dal treno fantasma (seconda figura spettrale) che percorre la scuola a partire dalla palestra. Il terzo invece è un ex atleta che sarebbe stato investito da una macchina mentre tornava a casa: il suo spettro verrebbe avvistato occasionalmente nel campo sportivo della scuola.
  • La Cathedral High School sembra invece fare di tutto per scatenare una maledizione. L'istituto è stato infatti costruito su un antico cimitero, le cui lapidi sono state ritrovate durante i lavori ed esposte lungo il perimetro della scuola. In più la mascotte della Cathedral è proprio un fantasma. L'atteggiamento spavaldo dei dirigenti sembra però poco gradito dai tecnici, i quali affermano che di notte si possono ascoltare e vedere gli spettri, accompagnati da un improvviso abbassamento della temperatura.
  • L'Augusta State University ospita invece una coppia di fantasmi che sembrano essere condannati a rivivere la loro ultime lite, spaventando gli studenti. Si narra infatti che nel 1862 la giovane Emily Galt vivesse in una casa che sorgeva dove ora c'è la scuola. Qui avrebbe avuto una discussione con il fidanzato, intenzionato a partire in guerra: l'uomo in effetti morì ed Emily non resse al dolore gettandosi dalla finestra. A quanto pare i due possono essere visti e ascoltati mentre continuano a ripetere le stesse battute che portarono alla loro morte.
  • La Pennsylvania State University nasconde probabilmente il fantasma più bizzarro di tutti, quello di un vecchio asino. L'animale infatti sarebbe stato utilizzato per i lavori originari dell'edificio, costruito verso la metà del 1800. Quando morì l'asino, chiamato Old Coaly, venne impagliato e messo in mostra: da allora ogni volta che il corpo viene spostato – e accade spesso per varie ragioni – si può vedere la sua forma spettrale inquieta che fa la guardia al suo cadavere.

Commenti

Commenta Scuole da incubo: 5 leggende metropolitane.
Utilizza FaceBook.