Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Martina O.

Se il lavoro non c'è, tocca inventarselo!

Disoccupazione, un problema drammatico - Il lavoro non c’è. Coloro i quali hanno completato gli studi sono alle prese con una situazione di disoccupazione drammatica. Gli studenti guardano sempre più preoccupati al futuro. Se è vero che molti settori sono saturi, da quello industriale al pubblico impiego, è anche innegabile che tante nuove professioni mai sentite prima stanno facendo il loro ingresso nel mondo del lavoro. E allora perché non approfittarne, preparandosi per percorsi alternativi già negli anni degli studi?

Che ne dici di diventare un blogger? - Chi ama scrivere scoprirà per esempio che oggi può mettere a frutto il suo talento aprendo un blog e mettendo le sue passioni in condivisione con tutti coloro che vogliono assaporarle. I più bravi e i più attivi tra i blogger trovano spesso il modo di guadagnare sulla loro creazione, raccogliendo i proventi della vendita degli spazi pubblicitari che i portatori di interessi ritengono vantaggioso acquistare nella pagina web. Oppure possono diventare opinion leader di riferimento ‘adescati’ da aziende che vogliono promuovere il proprio prodotto. Tra la passione con cui si coltiva un hobby e la responsabilità di un impegno professionale, il blogger deve essere un viaggiatore della rete, oltre che un sapiente scrittore, e deve riscuotere la fiducia dei suoi appassionati followers. Inoltre deve essere sempre presente per dire la sua, senza abbandonare per lunghi periodi i suoi lettori. Una professione che premia i giovani e gli audaci, che osano uscire fuori dagli schemi di un posto fisso che – pare - non esiste più.

Commenti

Commenta Se il lavoro non c'è, tocca inventarselo!.
Utilizza FaceBook.