Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Si inventa un incidente mortale per evitare gli esami di riparazione

Cercava di ‘svignarsela’, di sfuggire alla scure dell’esame di riparazione ma la bravata è stata di pessimo gusto e alla fine la verità è venuta a galla. Incredibile la vicenda avvenuta in Veneto, a Padova, dove una studentessa quindicenne romena, Luisa Maria, ha simulato di essere rimasta coinvolta in un gravissimo incidente stradale mentre si trovava a Sharm el Sheikh.

La notizia era stata battuta da tutte le agenzie: nell’incidente, secondo quanto emerso in un primo momento, era rimasto vittima il fratello diciottenne della ragazza. A rendere pubblica l’accaduto era stata la responsabile del liceo linguistico frequentato dalla quindicenne, Antonella Visentin, che aveva raccontato di aver ricevuto la telefonata di una persona che, spacciandosi per la madre dei due giovani, l’aveva messa al corrente dell’incidente per giustificare l’assenza della figlia nelle tre prove di riparazione. Tutto totalmente inventato.

La preside ha cercato poi di mettersi in contatto con i genitori della ragazzina, rientrati in Romania dopo una vacanza, convocandoli nel suo ufficio e la verità è venuta a galla: l’incidente non era mai avvenuto e la madre ha ammesso di essere all’oscuro del fatto che la figlia era stata rimandata in tre materie e che avrebbe dovuto sostenere gli esami di riparazione.
“La studentessa è stata per un’ora muta - racconta la professoressa Visentin - Solo dopo ha cominciato a dire qualcosa, fino a quasi ammettere di essere lei l'autrice della telefonata che denunciava l'incidente”. Luisa Maria verrà bocciata e ora rischia gravi provvedimenti penali.

Commenti

Commenta Si inventa un incidente mortale per evitare gli esami di riparazione.
Utilizza FaceBook.