Spettacolo

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Dicono di... Captain America

Quante volte vi sarà capitato di andare al cinema e di trovarvi davanti al cartellone del weekend, senza sapere cosa scegliere, oppure di domandarvi se quel film tanto pubblicizzato sarà un capolavoro o un ‘polpettone’. Nella nuova rubrica di Studentville diamo spazio al giudizio di alcuni dei più importanti critici cinematografici, dei blogger e dei giornalisti sui film più interessanti in uscita. Elogi, stroncature, applausi e fischi: le voci dei cinefili…

DICONO DI… CAPTAIN AMERICA: IL PRIMO VENDICATORE
Regista: Joe Johnston
Protagonisti: Chris Evans, Hugo Weaving, Sebastian Stan, Hayley Atwell, Toby Jones

 

Federico Gironi (Coming Soon) - Non sorprende più di tanto che Captain America: Il primo vendicatore sia un film decisamente riuscito nella sua prima parte, che però poi si perde nei suoi sviluppi, appiattendosi sullo stereotipato stile fracassone di troppi blockbuster contemporanei. (…) Così, senza troppe intenzioni di esplorare i conflitti latenti di un personaggio e dell’idea che l’ha generato, Captain America – Il primo vendicatore abdica ad ogni istinto di riflessione e si abbandona a un’idea standardizzata di spettacolo, strizzando l’occhio un po’ a Indiana Jones un po’ a Hellboy, (ri)trovando spirito ed estetica di Rocketeer e parte della la frenesia di Jumanji.
Marianna Cappi (My Movies) - Sotto i muscoli di Chris Evans, già torcia umana, il film ritrova sempre l’ingenuità, il senso di smarrimento e il coraggio testardo del personaggio delle origini, persino potenziate. Il resto è noia. Fatta eccezione, in alcune scene, per il duo di cattivoni da cartoon formato da Hugo Weaving e Toby Jones, e soprattutto per Tommy Lee Jones, folgorante scettico, vero macho del film.
Paolo Sinopoli (Best Movie)Prendete come ambientazione la seconda Guerra Mondiale, metteteci in mezzo un supereroe e date un taglio da commedia a tutta la vicenda. Otterrete Captain America: Il primo vendicatore, ennesimo cinecomic Marvel, che strizza l’occhio ad Iron Man per la simpatia (moltissimi i riusciti momenti comici, anche senza quel fuoriclasse di Robert Downley Jr.).  (…) Consigliato a chi ha voglia di farsi trasportare per due ore nel buonismo patriottico americano, tra sorrisi e cazzotti.
Lucilla Grasselli (Movieplayer) - L'esordio cinematografico di Cap rimane fedele all'immagine che hanno creato Joe Simon e Jack Kirby nel 1941: un bravo ragazzo, idealista e coraggioso, pronto a tutto per difendere la giustizia. Limitando al minimo la retorica, e grazie a un Chris Evans azzeccatissimo, Johnston ci regala un personaggio con cui è impossibile non entrare in empatia.(…)  Captain America: il primo Vendicatore non è il film più originale possibile, ma questa attenzione alla storia del personaggio e l'attinenza alla sua autentica personalità gettano le basi per un prosieguo fortunato della sua avventura cinematografica.

Andrea Francesco Berni (Bad Taste)- Il film in sè è uno dei migliori blockbuster del 2011 visti finora, il miglior cinecomic Marvel dall'uscita di Iron Man, persino superiore a quest'ultimo sotto alcuni (pochi) aspetti, primo tra tutti quello della struttura della storia. Chris Evans riesce a essere perfettamente in parte sia nel ruolo del rachitico Steve Rogers (realizzato parzialmente in CGI e davvero credibile), sia in quello del forzuto supereroe (soprattutto quando gigioneggia durante la sua partecipazione agli spettacoli USO). Quello che funziona poco è in generale la componente villain. Hugo Weaving sa essere terrificante nel ruolo di Teschio Rosso (con o senza maschera), ma non fa altro per il resto del film: il suo personaggio si limita ad avere semplicemente sete di distruzione e potere.

Commenti

Commenta Dicono di... Captain America.
Utilizza FaceBook.