Spettacolo

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Dragonball, la leggenda al cinema

Justin Chatwin, Goku sul grande schermoConsiderato il vero e proprio anime cult del nuovo millennio in tutto il mondo e per tutte le età, dai giovani appassionati agli adulti costretti forse dai figli a seguirlo ormai in televisione da anni a pranzo : si può di certo dire che la lunga serie di Dragonball abbia accompagnato l’infanzia e l’adolescenza delle nuove generazioni. La ricerca disperata delle famose sfere del drago, gli scontri epici sul ring del celebre torneo annuale di arti marziali, la supremazia indiscussa della razza dei sayan sulle altre : ecco su cosa vertevano le vicende del coraggioso Goku e dei suoi compagni, il tutto sempre supportato da nobili valori come l’amicizia, la lealtà e la salvaguardia de pianeta. Beh è giunto finalmente il momento che il mito prenda vita: si perché la storia delle sfere del drago sbarca anche al cinema.

 Diretto dallo statunitense regista di origini cinesi James Wong (“Final Destination”, “The One”, “X-Files” la serie), in “Dragonball Evolution” si parte dalle origini : è il ventiduesimo secolo e il giovane liceale Son Goku, interpretato da Justin Chatwin (“La Guerra Dei Mondi”), vive con il nonno Son Gohan, allenandosi segretamente nelle arti marziali. Dopo la morte di quest’ultimo, il volenteroso protagonista seguendo le indicazioni del nonno si incammina alla ricerca del famoso e saggio Maestro Muten, Chow Yun-Fat (“Anna And The King”, “La Tigre Ed Il Dragone”). Lungo il suo percorso farà la conoscenza con l’affascinante ed inventiva Bulma, Emmy Rossum (“The Day After Tomorrow”, “Mystic River”), la quale lo aiuterà nella ricerca delle sacre sette sfere del drago. La storia comincerà a complicarsi con l’arrivo del perfido abitante del pianeta Namecc, il temibile guerriero Piccolo, interpretato da James Marsters (“Buffy – L’ammazza vampiri” serie tv,  “P.S. I Love You”), determinato ad impossessarsi delle sfere e a dominare il pianeta Terra.
Curiosità…
Goku e Bulma, interpretata dalla conturbante Emmy RossumDragonball Evolution è la terza trasposizione cinematografica del celebre manga di Akira Toriyama, susseguendo a “Dragon Ball – Il Film” del 1989 e Dragon Ball del 1990.
Per la parte di Piccolo era stato inizialmente scelto Ron Perlman, ma l’attore ha poi rifiutato per dedicarsi a “Hellboy II : The Golden Army”, e così venne scelto l’ex vampiro Spike, alias James Marsters.
Per la realizzazione della pellicola, ispirata alla saga del Grande Mago Piccolo scritta dal creatore di Dragon Ball, le riprese hanno avuto luogo in diversi parti del pianeta : dal Canada, a Città Del Messico, fino agli studi di Los Angeles, per un budget complessivo di circa centomilioni di dollari.
La riuscita del fantasy movie, il cui titolo era stato originariamente scelto come Dragon Ball Z, è dovuta anche al grande successo degli effetti speciali, affidati alla Amalgamated Dynamics e agli Ollin Studios, grazie ai quali le aure di energia, le onde energetiche e il kaioken hanno preso vita.
Dragonball Reborn” sarà il titolo del sequel già annunciato per la saga, firmato già dal cast protagonista, che verrà prodotto solo se Evolution riuscirà a superare le aspettative della 20yh Century Fox.
 
Il film uscirà nelle sale italiane e statunitensi stasera, sfamando finalmente la trepidante attesa dei milioni di fans ormai da tempo in fibrillazione per osservare il grande Goku in azione sul grande schermo.

 

Commenti

Commenta Dragonball, la leggenda al cinema.
Utilizza FaceBook.