Spettacolo

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Film divertenti pieni di parolacce

FILM DIVERTENTI PIENI DI PAROLACCE. C'è una regola non scritta nella comicità che recita più o meno così: “Quando non sai come rendere divertente una situazione infila una parolaccia. Non sarà il massimo ma funziona”. Il cinema, in particolar modo quello americano, sembra aver accolto con grande favore il suggerimento, per quanto gli stessi sceneggiatori sappiano che infilare insulti e imprecazioni a profusione non sia per forza segno di grande talento. Però noi non siamo critici cinematografici o letterari e quindi non ci vergogniamo ad ammettere che una volta ogni tanto una cascata di parolacce, sopratutto quando vengono pronunciata a valanga con effetti surreali, rappresentano un toccasana, sia per le risate che come distensione dei nervi.


FILM DIVERTENTI DA VEDERE: QUELLI PIENI DI PAROLACCE. La lingua inglese – e lo slang americano ancora di più – sono poi particolarmente adatti a queste premesse, e ci sono alcuni film che infilano “fuck” in qualsiasi dialogo come se ne andasse della salute dei personaggi. Vediamo allora cinque dei film più divertenti con il maggior numero di parolacce.

  • The Wolf of Wall Street (2013): con un totale di 569 “fuck” il film di Martin Scorsese è il detentore del record per l'uso di quella parola in un film (se si escludono documentari sull'argomento). La vicenda del truffatore Jordan Belfort, interpretato da un Leonardo DiCaprio pre-Oscar, potrà anche essere un monito di grande forza drammatica, ma non si può nascondere il fatto che per la maggior parte del tempo si sghignazza senza ritegno alle follie che accadono tra il suo ufficio e le feste in cui la droga e l'alcol scorrono a fiumi.
  • Il grande Lebowski (1998): i fratelli Coen sono in genere visti come due cineasti molto raffinati e classici, eppure le loro pellicole sono spesso ricettacolo di insulti tanto elaborati quanto spassosi. Sorprende che un film surreale come questo contenga tanti insulti, ma sospettiamo che a pronunciarli sia sopratutto il personaggio di John Goodman, il veterano del Vietnam Walter, dal carattere decisamente fumantino e sempre pronto a estrarre la pistola.
  • Zack e Miri – Amore a... primo sesso (2008): quella di Kevin Smith in fin dei conti è una delle più classiche commedie romantiche in cui due amici di lunghissima data (Elizabeth Banks e Seth Rogen) si trovano a scoprire che il loro rapporto nasconde un sentimento mai espresso. In questo caso però la situazione che scatena la rivelazione altro non è che la realizzazione di un film porno cui sono costretti per pagare la montagna di debiti che hanno accumulato. Non sorprende che in un contesto del genere le parolacce scorrano a fiumi.
  • Facciamola finita (2013): c'è ancora lo zampino di Seth Rogen in questo film che immagina un'apocalisse a base di vip. Il film, cui prendono parte anche James Franco, Jonah Hill, Jay Baruchel, Emma Watson, inizia con una festa colossale con buona parte dell'olimpo della Hollywood più giovane e scatenata e tante celebrità della musica. All'improvviso però si apre una voragine enorme causata da un terremoto: è solo l'inizio della fine del mondo cui i nostri eroi dovranno sopravvivere.
  • Un tuffo nel passato (2010): un quartetto di amici insoddisfatti dalle loro esistenze si ritrovano insieme per trascorrere le vacanze nel luogo in cui erano stati maggiormente felici durante la loro giovinezza, un resort in montagna. Qui per un clamoroso incidente la vasca a idromassaggio in cui si trovano diventa una macchina del tempo, portandoli indietro di 25 anni con il loro aspetto da giovani. Per i quattro si apre un ventaglio di possibilità legate al cambiamento della propria vita che avrà tutta una serie di risvolti comici.

(Foto: The wolf of Wallstreet, courtesy of Paramount Pictures, Red Granite Pictures)
 

FILM DIVERTENTI: I TITOLI DA NON PERDERE. Sei un appassionato di film divertenti e vorresti passare una serata all'insegna della comicità? Segui i nostri suggerimenti:

Commenti

Commenta Film divertenti pieni di parolacce.
Utilizza FaceBook.