Spettacolo

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Film horror da vedere: quelli senza mostri

FILM HORROR DA VEDERE: QUELLI SENZA MOSTRI. Come abbiamo già avuto modo di affermare, uno dei piaceri più inconsueti e inconfessabili legati al cinema riguarda proprio i film horror: farsi sorprendere dal brivido del terrore, sfidarsi a tenere gli occhi aperti anche la scena sta causando palpitazioni e andare a dormire controllando cosa c'è sotto il letto sono tutte esperienze che conoscono bene gli appassionati del genere. Bisogna però ammettere che non si tratta di qualcosa di adatto a tutti i palati, in quanto il sottoporsi a una visione che può essere descritta come una tortura può essere anche interpretato come un segnale di masochismo bello e buono. E poi ci sono persino le preferenze all'interno dello stesso genere. In particolar modo a tanti non vanno proprio giù tutti quegli horror a base di mostri, possessioni demoniache, aldilà, fantasmi, zombie, lupi mannari, vampiri e via dicendo. Va bene farsi spaventare, ma che sia un salto dalla sedia realistico o quanto meno credibile che non giochi troppo con la sospensione dell'incredulità: questione di gusti, per l'appunto.

Non perderti: Film horror da vedere: i migliori di sempre

FILM HORROR DA VEDERE ASSOLUTAMENTE: I FILM SENZA MOSTRI. Ecco allora che abbiamo pensato di realizzare una lista dei miglior horror senza mostri, da vedere assolutamente nel caso vi siano sfuggiti.

  • Hostel (2005): tra chi viaggia spesso da solo o comunque in gruppi molti piccoli quella di venire aggrediti da locali ostili è una preoccupazione molto più diffusa di quanto si creda, anche quando non ha fondamento. Il film di Eli Roth ci parla proprio di un gruppo di studenti americani in viaggio nell'Europa dell'Est che finiscono preda di un'organizzazione che vende persone come loro a ricchi annoiati desiderosi di un po' di macelleria in totale segretezza.
  • Them – Ils (2006): anche la casa, simbolo per eccellenza di sicurezza, può diventare all'improvviso e senza spiegazioni una trappola mortale. Lo scopre a sue spese una coppia di sposini che vive in una casetta isolata e che una notte si ritrova a fronteggiare un gruppo di assalitore incappucciati che vogliono solo ucciderli, non prima di aver giocato un po' al gatto col topo.
  • Saw (2004): primo capitolo di una saga lunghissima dalle alterne fortuna, il film originale ci presenta per la prima volta la figura dell'Enigmista, che in base al proprio singolare credo costringe le persone che rapisce a mettersi in gioco e a superare le proprie debolezze affrontando trappole tanto ingegnose quanto letali e dolorosissime.
  • Scream (1996): e se finalmente un film ci mostrasse un assassino seriale che conosce le regole del gioco avendo visto con attenzione gli horror del passato? È la premessa che sta alla base della serie di Wes Craven, in cui un misterioso killer che indossa la maschera dell'Urlo di Munch dà la caccia a un gruppetto di ragazzi accoltellandoli senza pietà alcuna, senza fare gli errori tipici di tanti predecessori di finzione.
  • Gli uccelli – Psycho (1963, 1960): è vero, sono passati più di 50 anni e può darsi che non ci si faccia più colpire dalle stesse cose che una volta terrorizzavano il pubblico. Eppure il bianco e nero di queste due pellicole di Alfred Hitchcock, le uniche che virano davvero verso territori quasi horror, è ancora capace di colpire come poche altre cose al cinema. Sapevate di poter essere terrorizzati da un gruppo di corvi che si posano su un filo dell'elettricità? O di poter tremare ogni volta che entrate nella doccia?

Leggi anche: 

 

(Foto: Scream, Courtesy of Woods Entertainment)

Commenti

Commenta Film horror da vedere: quelli senza mostri.
Utilizza FaceBook.