Spettacolo

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

He-Man: i momenti più imbarazzanti

HE-MAN: I MOMENTI PIÙ IMBARAZZANTI. La nostalgia è davvero una delle piaghe dei nostri tempi, visto che è in grado di disseppellire dalla tomba film, serie tv, canzoni e mode che qualche decennio fa eravamo così contenti di esserci lasciati alle spalle. E il tutto solo per quel vago desiderio di sentirsi ancora giovani nonostante gli anni trascorsi. C'è altro modo per spiegare infatti l'arrivo su Netflix della prima stagione di He-Man e i dominatori dell'universo? Risulta davvero impossibile credere che ci siano davvero persone disposte a investire il loro tempo per rivedere i 62 episodi della prima serie, anche se non ci stupirebbe essere smentiti. Ma allora qual è l'elemento che ci attrae nelle avventure del Principe Adam, il difensore del mistico castello di Grayskull e dell'intero pianeta di Eternia, che sventa i piani di conquista del malvagio e mostruoso mago Skeletor? Se dovessimo usare solo una parola questa sarebbe “imbarazzo”, ma dovremmo impegnarci per farne comprendere la portata.

Scopri di più sugli altri cartoni animati anni '80: Cartoni animati anni '80 da rivedere assolutamente

he-man momenti imbarazzanti

HE-MAN E I DOMINATORI DELL'UNIVERSO: LO STILE IMBARAZZANTE DEI PERSONAGGI. Innanzitutto l'imbarazzo per il puro e semplice apparato tecnico: nonostante sia stato realizzato negli anni '80 il cartone di He-Man pare molto più vecchio, soprattutto quando si parla di design (certi elmetti che sembrano scolapasta, per esempio) e di animazioni, come per esempio le corse sbilenche dei protagonisti che sembrano colti da spasmi inspiegabili.
Ma passiamo oltre e affrontiamo la questione più pregnante quella del sottotesto (involontario?) gay, o per meglio dire kitsch - camp. Elemento che di per sé non avrebbe nulla di negativo, se non apparisse come una semplice conseguenza di scelte del tutto inconsapevoli. Il caschetto alla Raffaella Carrà esibito di Adam e la sua camicia rosa shock ci riportano alla gesta dei Village People, e non si spiega neanche l'ossessione per le gambe muscolose perennemente mostrate da tutti i protagonisti maschili del cartone.
Ci sono poi tanti elementi che appaiono del tutto fuori posto, come i baffoni di Man-At-Arms, il capo delle guardie di mezza età del castello di Eternia, decisamente poco appetibili per un pubblico che si immagina di bambini e adolescenti. O della passività eccessiva di un cattivo come Beast Man, l'uomo bestia per l'appunto, costantemente redarguito e insultato da Skeletor, tanto da far pensare che i due traggano piacere della situazione.

HE-MAN, MOMENTI IMBARAZZANTI: IL DESIGN E LE AVVENTURE DEL PRINCIPE ADAM. Ma l'imbarazzo deriva anche dal design meccanico di buoni e cattivi, i quali spesso e volentieri non sono che modelli dalle strane capigliature ai quali vengono applicati dei gadget meccanici bizzarri. Che dire di Ram Man, l'uomo ariete, dalla testa rinforzata con una protuberanza d'acciaio a forma di fallo e un gonnellino? O dell'arciere Bow, che inspiegabilmente in una puntata è abbigliato con un vestito rosa che reca sul petto un grande cuore rosso?
E parliamo delle avventure vissute da He-Man: nella primissima puntata grazie al potere dell'amore dei suoi amici il nerboruto guerriero deve aiutare una cometa arrabbiata a ritrovare se stessa, sconfiggendo un mago che stava cercando di crearne un'altra, e infine liberando i due corpi celesti, liberi di volare nel cielo. Ah, le due comete a quanto sembra hanno entrambe attributi maschili. In un'altra un coniglio gigante rosa dalle fattezze antropomorfe si invaghisce di He-Man e lo rende prigioniero facendolo cadere in un arcobaleno – buco temporale, ansioso di saggiare la forza dei suoi muscoli...
 

CARTONI ANIMATI ANNI '80 E '90. Se sei un appassionato di cartoni anni '80 e '90 ecco cosa non devi perderti:

(Foto: courtesy of Filmation)

Commenti

Commenta He-Man: i momenti più imbarazzanti.
Utilizza FaceBook.