Spettacolo

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

How I Met Your Mother: 6 motivi per cui ci manca tanto

HOW I MET YOU MOTHER: LA SERIE TV DA VEDERE (DI NUOVO!). È inevitabile consigliare sempre nuove serie TV da vedere, ma ogni tanto bisogna ammettere che difficilmente si riuscirà a sostituire il proprio telefilm preferito. How I Met Your Mother (in Italia assurdamente a lungo intitolato E alla fine arriva mamma) è paradossalmente uno di questi. Il paradosso deriva dal fatto che all'inizio tutti l'avevano presa come un succedaneo di Friends, per poi accorgersi che le avventure di Barney, Robin, Ted, Lily e Marshall erano speciali a modo loro.
E infatti sono tante le caratteristiche uniche che hanno resto How I Met Your Mother una delle sit-com più appassionanti degli ultimi anni: nonostante un inevitabile declino la serie della CBS che è andata in onda in onda dal 2005 al 2014 è riuscita tanto a farci appassionare della vita sentimentale dei suoi protagonisti quanto a farci morire di risate diventando definitivamente: “Leggend… non ti muovere…daria!”.

Leggi: Come trovare una bella serie TV

Momenti migliori How I met your mother

HOW I MET YOU MOTHER: 6 MOTIVI DIVERTENTI PER CUI CI MANCA TANTO. Vediamo allora insieme quali sono i momenti più memorabili per i quali la serie ci manca tanto (e che magari potrebbero spingerci ad un’incredibile maratona su Netflix).

  • Slapbet, lo schiaffo che uccide: uno dei tormentoni dell'intera serie, è la grande minaccia con cui Marshall riesce a tenere in scacco lo scatenato Barney. Dopo una scommessa persa – ne parleremo dopo – quest'ultimo è infatti consapevole di essere la vittima predestinata di cinque scapaccioni potentissimi ai quali non potrà opporsi. Impagabile l'espressione preoccupata di Barney ogniqualvolta Marshall alza il braccio.
  • Lo scintillante oscuro passato di Robin: oltre a essere costantemente irrisa per tutta la serie a causa delle sue origini canadesi e della sua pronuncia, Robin nasconde un segreto che persone invadenti come i suoi amici non potevano non scoprire. La fobia della ragazza per i centri commerciali non solo porta alla Slapbet (Barney erroneamente punta su un film porno), ma anche all'uscita allo scoperto di Robin Sparkles, l'alter-ego pop star di enorme successo in Canada, per il quale verrà derisa ancora di più.
  • Gli indizi che conducono alla Madre: nonostante la rivelazione finale non sia stata giocata benissimo, i fan ricorderanno sempre con estremo piacere tutti gli indizi, le anticipazioni, i presentimenti e le false piste disseminate lungo le nove stagioni.
  • Il Bro Code: è il libro segreto dal quale Barney attinge le sue regole inverosimili riguardo alla fratellanza tra amici e che regolano tutti i vari rapporti sentimentali e sessuali che non devono intralciarla. Spesso vediamo in alcune scenette esplicative colui al quale viene attribuito, l'immaginario antenato Barnabus Stinson, contemporaneo di George Washington.
  • Le frasi di Barney: inizialmente Stinson è il pagliaccio del gruppo, ma a poco a poco diventa un personaggio a tutto tondo. Sono tantissime le frasi che ripete costantemente, tra cui la mitica “Suit up”, che esprime tutto il suo amore per l'alta sartoria, ma anche “Legend-wait-for-it-dary”, con la quale introduce le sue clamorose sparate, inventate o meno, e infine “Challenge accepted!” con la quale accetta le sfide impossibili che gli vengono proposte, che lui stesso si crea o che addirittura immagina in totale autonomia.   
  • Gli stivali rossi da cowboy di Ted: vanitoso ed egocentrico, Ted è stranamente il protagonista principale della serie malgrado sappia essere di una noia mortale (va bene: è anche di buon cuore e divertente, ve lo concediamo!). Tra le sue tante fissazioni, oltre al racconto di aneddoti inutili, ci sono un paio di osceni stivali rossi da cowboy che si ostina a indossare con orgoglio e fierezza, nella convinzione che lo rendano sexy, nonostante siano davvero un pugno nell'occhio.
  • L'incredibile abilità di Marshall con i giochi: bambinone troppo cresciuto, Marshall oltre ad avere un'insana passione per il paranormale è anche un praticante eccellente di qualsiasi tipo di gioco non sportivo, che si tratti dei giochi da tavolo fuori di testa del padre di Lily, di un semplice monopoli oppure delle intricatissime e illegali variazioni di poker cinese in cui si infila Barney. Proprio la rocambolesca partecipazione a questo gioco, nel quale rischia addirittura la vita, è uno dei momenti più esilaranti della serie.

Noi siamo già con gli occhi lucidi per la nostalgia e corriamo ad accendere la TV: sfida accettata!

(Foto: How I Met Your Mother, courtesy of 20th Century Fox Television)

Commenti

Commenta How I Met Your Mother: 6 motivi per cui ci manca tanto.
Utilizza FaceBook.