Spettacolo

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Inizia la caccia ai “39 Clues”

La copertina del primo libroPer tutti coloro che amano i misteri, sempre a caccia di indizi alla ricerca di verità nascoste, per chi passava intere giornate di fronte a videogiochi come “Monkey Island” per intenderci, sta per arrivare una delle più grandi operazioni multimediali mai ideate basata proprio su questo genere. “The 39 Clues”, sarà questo il titolo del fantasmagorico progetto ideato dalla Dreamworks in collaborazione con la Paramount e la Scholastic Media, la stessa di “Harry Potter”: 39 indizi saranno infatti quelli necessari per scoprire niente di meno che la fonte del potere assoluto detenuto dalla più potente famiglia del mondo, i Cahill.

La colossale operazione prevede nell’arco di due anni, oltre alla realizzazione di 3 o 4 film, anche la pubblicazione di ben 10 libri e tutta una serie di supporti che coinvolgerà direttamente il pubblico aiutandolo nella ricerca della soluzione, attraverso un gioco di carte da collezione e dispute online. Una vera e propria caccia al tesoro, con premi in denaro per adesso riservati solo al pubblico proveniente da Australia, Canada, Malesia, Nuova Zelanda, Singapore, Stati Uniti, Regno Unito e Irlanda. Letteratura, cinema e internet si fondono dunque in un progetto del tutto inedito.
La storia narrata si incentrerà tutta sulle straordinarie avventure di due bambini, Amy e Dan Cahill, discendenti di una illustre famiglia, la quale può vantare nel proprio albero genealogico figure del calibro di Harry Houdini, Wolfgang Amadeus Mozart e Napoleone Bonaparte. Un giorno i due protagonisti trovano il corpo senza vita della matriarca di casa Cahill, dopo che quest’ultima aveva apportato delle modifiche al tanto ambito testamento, che impone agli eredi di scegliere tra due opzioni: ottenere 1'000'000 $, oppure un indizio, il primo di trentanove, per scoprire il segreto della fonte dei poteri illimitati della famiglia. Naturalmente come vuole la storia, la scelta dei due giovani eredi cadrà sulla seconda possibilità.
Punto di forza di tutto il progetto saranno soprattutto i film, ecco perché è da molto che sono cominciati a fioccare già i primi nomi per i possibili registi: l’onere e l’onore dovrebbe toccare a Steven Spielberg. Sembra infatti che il regista di Jurrasic Parksia del tutto affascinato dall’ideae che da tempo corteggi il progetto. Spielberg si è dichiarato pronto a girare il primo episodio dopo aver ultimato “Tin Tin” con Peter Jackson e un film biografico su Abramo Lincoln.
Inoltre, la possibilità che l’incarico ricada proprio sul pluripremiato regista, si è fatta molto più concreta dopo che la stessa Dreamworks e la Scholastic hanno annunciato l’affidamento dello script nelle mani di Jeff Nathanson, il quale aveva già collaborato con Spielberg in numerose occasioni, tra cui “The Terminal”,Prova A Prendermi” e in parte anche in “Indiana Jones e il Regno Del Teschio Di Cristallo”.
Jeff riesce a dar vita ai personaggi delle sue sceneggiature, ed ha un grande senso dell’avventura oltre che dell’umorismo e della suspence”, ha affermato Stacey Snider della Dreamworks.
A dare il via alla lunga e tortuosa ricerca della chiave per il potere assoluto, è stato il primo romanzo, uscito da poche settimane, dal titolo “The Maze Of Bones”, “Il Labirinto Delle Ossa”, scritto da Rick Riordan, mentre il secondo sarà nei negozi il 2 Dicembre, con il titolo di “One False Note”, scritto da Gordon Korman e ambientato a Vienna.
Le case di produzione si augurano che il mastodontico programma di marketing che accompagnerà la saga possa ottenere i medesimi risultati raggiunti da quella del maghetto Harry con i libri di J.K. Rowling.

Commenti

Commenta Inizia la caccia ai “39 Clues”.
Utilizza FaceBook.