Spettacolo

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

L'incantevole Creamy esiste davvero e torna in TV

L'INCANTEVOLE CREAMY ESISTE DAVVERO E TORNA IN TV. Vi sarà sicuramente capitato di notare come una certa parte dei cartoni animati giapponesi giri intorno all'idea e al format di una ragazza (o più) dotata di poteri magici che usa sia per combattere eventuali nemici della Terra che per perseguire i propri sogni. Esiste infatti un sottogenere di manga anime noto come maho shojo, letteralmente ragazza magica, in cui maghe, streghette ed eroine la fanno da padrone in un'atmosfera che sta a metà tra il fantasy, la commedia e il romanzo di formazione sentimenale: inizialmente questo tipo di prodotti era destinato a un solo pubblico femminile, ma poi l'apprezzamento maschile ha ampliato il ventaglio espressivo dei prodotti. Tra gli esempi più noti in Italia c'è di sicuro L'incantevole Creamy, arrivata in Italia nel 1985, a solo un anno di distanza dalla messa in onda in Giappone, e che sin dall'inizio ha riscontrato un enorme successo. Per gli amanti della serie anime ci sono due grandissime novità: l'incantevole Creamy esiste veramente (la cantante si chiama Takako Ōta) e tornerà in TV dal 18 gennaio

Quali sigle di Cristina D'Avena ricordi? Leggi qui: Le dieci frasi delle sigle di Cristina D'Avena di cui ancora adesso ci sfugge il significato

l'incantevole creamy esiste davvero e torna in TV

L'INCANTEVOLE CREAMY: LA TRAMA DELL'ANIME GIAPPONESE. Perché questo grande successo? La ragione è facile a dirsi, dato che la storia è appetibile per qualunque ragazzina sognante. La piccola Yu, innamorata da sempre del suo amico Toshio, è una bambina vivace che un giorno riceve un dono da un folletto extraterrestre che ha aiutato: si tratta di un medaglione magico a forma di portacipria che le dona poteri speciali.
Tra questi anche la trasformazione in una stupenda ragazza dalle ciglia e gambe lunghe, che verrà battezzata Creamy Mami, la quale fortunosamente in breve tempo diventerà un'apprezzatissima idol, ovvero una cantante pop giapponese.
Ovviamente Toshio sarà il primo a innamorarsi della dolce Creamy, che è dotata anche di una voce incantevole (nella versione italiana le sue canzoni e la sigla sono intonate ovviamente da Cristina D'Avena), e per Yu inizierà così un periodo inebriante su cui però aleggiano due importanti problemi. Il primo è che il dono del folletto ha la durata di un anno, e il secondo è che la bambina non può rivelare a nessuno la sua doppia identità, pena la perdita dei poteri.


L'INCANTEVOLE CREAMY ESISTE DAVVERO: ECCO CHI È TAKAKO ŌTA. Non tutti però sanno che in Giappone – dove un connubio del genere tra realtà e finzione è tutt'altro che raro - la serie venne creata appositamente per lanciare e supportare la carriera di una giovanissima idol, Takako Ōta (che oggi ha 50 anni). La Ōta naturalmente era anche la doppiatrice del personaggio della cantante magica, e in effetti tutti i brani intonati erano quelli della idol, che grazie alla spinta del cartone animato finirono in vetta alle classifiche di vendita.


L'INCANTEVOLE CREAMY TORNA IN TV SU ITALIA 1. In Italia i nostalgici della serie tv animata de L'incantevole Creamy e i curiosi potranno vedere o rivedere tutte le 52 puntate grazie a Italia, che dal 18 gennaio li trasmetterà alle ore 7.15 (orario invero improbo). E chissà che non si possano vedere anche i quattro OAV (film per il mercato homevideo) che forniscono una degna e coerente conclusione all'epopea sentimentale della piccola Yu, stretta tra il desiderio di essere amata per quello che è e l'amore che le garantisce la sua identità di Creamy.
 

CARTONI ANIMATI ANNI '80 E '90: L'ELENCO PER I NOSTALGICI. Ti è venuta nostalgia dei cartoni animati che guardavi da piccolo? Se vuoi conoscere tutte le curiosità leggi qui: 

(Foto: L'incantevole Creamy, courtesy of Pierrot)

Commenti

Commenta L'incantevole Creamy esiste davvero e torna in TV.
Utilizza FaceBook.