Spettacolo

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Quale futuro per Marco?

L’onda di Amici pare non arrestarsi mai. Un’ulteriore conferma di come Canale 5 non voglia liberarsene così facilmente è lo spettacolo live, trasmesso da Piazza del popolo a Roma, dello scorso sabato. Una folla oceanica di oltre 80 mila persone si é riversata a vedere il gruppo formato dai 14 ragazzi della fase finale, che si sono esibiti in ballo, canto e recitazione. L’evento, che ha visto eccezionalmente sul palco anche la partecipazione di Maria De Filippi, ha registrato un ascolto eccezionale: 32.34% di share pari a 4 milioni 272 mila spettatori, con il sorpasso di 25 punti percentuali sul competitor di Raidue Scalo 76, che ha ottenuto il 5.62%

Dilaga l’Amici Mania, che coinvolge pubblici trasversali di tutte le età. A beneficiare di questo clamoroso fenomeno è il vincitore Marco Carta, il cui sbarco a Cagliari avvenuto ieri è stato monitorato per tutta la giornata da una troupe televisiva. L’aeroporto di Elmas è stato letteralmente preso d’assalto, ma Marco non ha potuto festeggiare ufficialmente il suo trionfo con tutti i fans della sua terra, per un veto della produzione inerente ai diritti sulla sua immagine. E’ stato comunicato, intanto, che ben tre case discografiche si contendono l’appalto per produrre il cantante sardo.
Peccato che qualche polemica continui a offuscare i meriti della sua vittoria. I detrattori di Marco Carta ritengono che non sappia cantare e che il suo talento sarebbe un bluff. Nonostante l’abbraccio di riappacificazione tra l’allievo e Grazia di Michele, avvenuto nella puntata di sabato, la professoressa ha ribadito a "Sorrisi e canzoni" che per essere premiati non basta un bel timbro. Dal canto suo, Alberto D’Amico, critico televisivo di Tgcom, si dichiara perplesso sulle reali possibilità professionali offerte dalla trasmissione, denunciandone il carattere volatile:
 
 
 
"Un nuovo futuro disoccupato si sta affacciando all’universo asfittico (causa sovrappopolazione) e caracollante del mondo dello spettacolo. L’ex parrucchiere sardo che ha fatto della demonizzazione dei sui concorrenti il punto forte della sua politica, ha vinto Amici. Sicuramente ora crederà di diventare il nuovo Tiziano Ferro della musica italiana. Invece, con altissime probabilità, finirà per far parte di un carrozzone in salsa musical che girerà le cittadine italiane finchè ancora la gente ricorderà il suo nome. Perché da bravi bulimici delle emozioni i fans dei talent show sono capaci di darsi totalmente ai loro idoli di cartone per poi dimenticarsi poi di loro all’inizio di una nuova edizione. E loro, i beniamini posticci, illusi credono di potersi nutrire di questo affetto all’infinito come fossero veri divi dotati di talento e personalità”.

www.tvblog.it

Commenti

Commenta Quale futuro per Marco?.
Utilizza FaceBook.