Spettacolo

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Suicide Squad: perché c’è Batman e di cosa parla di preciso

SUICIDE SQUAD: PERCHE’ C’E’ BATMAN E DI COSA PARLA DI PRECISO. Batman vs Superman Dawn of Justice vi ha lasciato un po’ perplessi? Tranquilli: ci pensa Suicide Squad, la cui uscita in Italia è prevista per il finire dell'estate, che promette di porre rimedio a tutti i difetti riscontrati nel crossover della DC e, in più, di far tornare Batman sul grande schermo. Coloro che hanno imputato al film di Zack Snyder la tendenza alla pesantezza dell'intreccio, la divagazione in mille rivoli e in generale un certa confusione della trama, sembra proprio che troveranno pane per i propri denti in questa pellicola tratta da un franchise della DC Comics che mette in scena una vicenda semplice ma appagante, adrenalinica ma piena di spunti ironici, stipata di scene action ma con un filo di introspezione e in generale non così tragica e apocalittica.

Non perderti le prossime uscite: Film Supereroi 2016: i migliori in arrivo

SUCIDE SQUAD TRAILER: O almeno questo è quello che ci stanno facendo credere gli entusiasmanti trailer di Suicide Squad usciti in questi mesi tra cui spicca l’ultimo, pubblicato proprio di recente:


SUICIDE SQUAD: LA TRAMA. Ma di preciso di cosa parla il film diretto da David Ayer (specialista del genere, avendo firmato pellicole come Fury, End of Watch, Sabotage e La notte non aspetta) e perché fa capolino anche Batman nei filmati pubblicati dalla Warner Bros?
Per capirci bisogna tornare ai fumetti. Il gruppo denominato Suicide Squad è nato infatti sul finire degli anni '50, ma solo verso gli anni '80 ha assunto la connotazione attuale.
Si tratta di un gruppo di supercriminali, in genere finiti in carcere (ci sono state molte versioni del team), cui il governo degli Stati Uniti offre sconti sulle pene, che immaginiamo essere piuttosto importanti, in cambio della loro partecipazione a missioni segretissime e molto ardue, per l'appunto suicide. Ovviamente nessuno si fida di villain simili, per cui tra i deterrenti più utilizzati c'è l'installazione di particolari collari esplosivi che vengono innescati a distanza in caso di tentativi di fuga o di sabotaggio.
Nel caso del film sappiamo benissimo chi sono i personaggi coinvolti nella missione suicida, i quali – ecco il collegamento con Batman – sarebbero stati tutti sbattuti in prigione grazie all'intervento del Cavaliere Oscuro.

SUICIDE SQUAD: I PERSONAGGI. Troviamo dunque Harley Quinn, ex psichiatra che una volta faceva coppia con il Joker (interpretata da Margot Robbie); Deadshot, killer professionista dall'eccezionale mira (Will Smith); Capitan Boomerang, supercriminale esperto dell'omonimo attrezzo potenziato da gadget (Jai Courtney); Enchantress, una strega potentissima che sembra essersi incarnata in una donna innocente (Cara Delevingne); Katana, donna giapponese dotata di una spada demoniaca (Karen Fukuhara); Killer Croc, nato con una pelle molto spessa e scagliosa e una forza sovrumana (A. Akinnuoye-Agbaje); El Diablo, teppistello dotato del potere della pirocinesi (Jay Hernandez); Slipknot, scienziato che ha costruito una fune resistentissima che utilizza per i suoi misfatti (Adam Beach); e infine Rick Flag, mercenario leader del gruppo ed esperto nell'uso delle armi da fuoco (Joel Kinnaman).
All'appello manca il Joker di Jared Leto, il cui ruolo nel film, sicuramente di primissimo piano, non è stato ancora confermato. Il folle arcinemico di Batman infatti pare essere un elemento estraneo alla Suicide Squad e sembra essere alla guida di un gruppo di rapinatori. Eppure i destini delle due bande sembrano incrociarsi in un edificio che, stando a quanto visto nel film, parrebbe essere infestato da un virus o una creatura mutante in grado di modificare l'aspetto delle persone con cui entra in contatto.

SUICIDE SQUAD: TORNA AL CINEMA IL BATMAN CON AFFLECK. Ben Affleck ha confermato di aver girato alcune scene che vedono insieme Harley Quinn e il Joker: se le supposizioni del web fossero confermate, Batman comparirebbe nel film in un flashback in cui assistiamo alla cattura dei due (o forse solo della ragazza), in un momento fatidico in cui il rapporto tra gli amanti si rompe. Non è neanche improbabile che le vicende di Suicide Squad possano essere antecedenti a quelle di Batman v Superman, per quanto allora potrebbe apparire incongrua la sorpresa di Bruce Wayne di fronte ai poteri sovrumani di Clark Kent. Ma al momento si tratta solo di voci senza fondamento...

(Foto: Courtesy of Warner Bross)

Commenti

Commenta Suicide Squad: perché c’è Batman e di cosa parla di preciso.
Utilizza FaceBook.