Sport

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Mercato di gennaio, il colpo è Mancini

I tifosi nerazzurri avranno cominciato a fare gli scongiuri quando hanno appreso la notizia del passaggio di Amantino Mancini dall’Inter agli odiati cugini milanisti. La storia rischia di ripetersi, un campione che in maglia nerazzurra non è riuscito a brillare potrebbe andare a fare le fortune degli acerrimi rivali del Milan, come capitato in passato con Pirlo e Seedorf, colonne dei rossoneri. Il passaggio dell’ex romanista da una sponda all’altra dei navigli è per tante ragioni il colpo più importante, più suggestivo di questa finestra di calciomercato. Se fosse maturato il clamoroso passaggio di Cassano dalla Sampdoria alla Fiorentina Keirrison, nuovo bomber violaprobabilmente i riflettori sarebbero stati tutti per il barese ma visto il rifiuto del bizzoso FantAntonio la copertina è dedicata al colpo in extremis del Diavolo, che ha prelevato il brasiliano in prestito con diritto di riscatto della metà del cartellino. Non è l’unico volto nuovo approdato a Milanello a gennaio: ricordiamo il ritorno di David Beckham, anch’egli in prestito, e la scommessa Adiyiah, giovanissimo ghanese ritenuto tra i maggiori talenti della sua generazione.

A contendersi la palma di regina del mercato invernale troviamo però Inter e Fiorentina. La capolista ha aggiunto ad un telaio già collaudato e completo due pedine di spessore come l’attaccante macedone Goran Pandev, prelevato a costo zero dalla Lazio dopo una lunga battaglia legale, e il centrocampista keniota McDonald Mariga, acquistato dal Parma e soffiato alla concorrenza di mezz’Europa. Scintillante anche il mercato della Fiorentina del direttore generale Pantaleo Corvino, probabilmente il miglior “maestro di calciomercato” d’Italia. Sfumato Cassano i viola hanno ingaggiato il promettentissimo Keirrison, centravanti brasiliano che si trovava in prestito al Benfica ma che era di proprietà del Barcellona. Tra i colpi messi a segno da Corvino troviamo anche il “nuovo Kakà” Adem Ljajic, trequartista serbo, il mediano argentino Mario Bolatti e il difensore Felipe, ex Udinese. Sugli scudi anche la Roma, che nonostante i noti problemi di bilancio è riuscita a riportare in Italia un campione del mondo come Luca Toni, che dopo aver cominciato a mille la sua avventura giallorossa si è però dovuto fermare per infortunio.
Luca Toni con la maglia della RomaDeludente il mercato di Juventus e Napoli. I bianconeri hanno sì ingaggiato uno dei migliori talenti italiani in circolazione, Antonio Candreva, centrocampista prelevato dal Livorno e già nel giro della Nazionale, ma non hanno poi puntellato la rosa con i necessari rinforzi per risalire la china. A Napoli si sono invece dovuti accontentare del tanto atteso esterno sinistro, individuato in Andrea Dossena, reduce dalla sfortunata esperienza di Liverpool. In tanti si aspettavano il grande colpo del presidente De Laurentiis che avrà però pensato, visto lo straordinario rendimento dei partenopei, di non alterare troppo l’assetto della squadra.

Commenti

Commenta Mercato di gennaio, il colpo è Mancini.
Utilizza FaceBook.