7 MODI PER AFFRONTARE UN PROBLEMA IN UN QUARTO D'ORA. Quante volte abbiamo rimandato la risoluzione di un problema perché pensavamo di non avere abbastanza tempo a disposizione per affrontarlo nel modo giusto? Oppressi dalla frenesia della nostra quotidianità non riusciamo a badare a noi stessi, nonostante in fondo secondi, minuti e ore siano l'unica moneta che valga davvero qualcosa quando siamo posti di fronte ai limiti umani. Caroline Buchanan è l'autrice di un libro, “La regola dei 15 minuti- Come smettere di rimandare e prendere il controllo della tua vita in un quarto d'ora”, in cui sostiene che per iniziare a essere felici e a modificare la nostra esistenza in meglio, soprattutto per quanto riguarda la maniera in cui affrontare i problemi della quotidianità, non servono altro che 900 secondi.

Potrebbe interessarti: Come cambiare se stessi con la regola dei 15 minuti

affrontare un problema in 15 minuti

AFFRONTARE I PROBLEMI DELLA VITA: COME FARLO IN 15 MINUTI.  Vediamo allora 7 modi proposti dalla Buchanan per risolvere un problema nel giro di un quarto d'ora.

  • 1 – Prima di prendere di petto ciò che ci affligge può essere utile scomporre le faccenda in tre parti. Agli essere umani la tripartizione è particolarmente gradita, lo dimostrano una marea di cose (dalla religione alla filosofia, passando per le arti), e in questo modo la simmetria alla base delle nostre azioni ci aiuterà a muoverci più velocemente.
  • 2 – L'approccio strategico a un problema consiste nell'accumulare situazioni favorevoli per poi procedere, mentre quello psicologico nell'attesa dello stato d'animo giusto, positivo e propositivo. False credenze, per la Buchanan, secondo la quale il quarto d'ora dovrebbe essere impiegato per entrare in azione e raccogliere i frutti di questo inizio.
  • 3 – Una volta raggiunti alcuni risultati è importante spendere quindici minuti per gratificare se stessi. Concedetevi un premio, in modo da celebrare il traguardo raggiunto: in questo modo accumulerete positività da spendere successivamente.
  • 4 – Il quarto d'ora da voi utilizzato per azzannare il vostro problema servirà anche a dare il via a tutto un lavorio inconscio del vostro cervello: mentre vi rilassate o fate altro, infatti, i vostri ingranaggi continueranno a ruotare portandovi pensieri insperati che altrimenti non avreste mai  raggiunto. 
  • 5 – Un altro degli effetti collaterali del vostro impegno di un quarto d'ora riguarda anche l'energia che vi farà guadagnare nuovi spazi da dedicare a ulteriori cose, collegate o meno con la faccenda da risolvere di partenza. Una sorta di effetto domino propositivo da non sottovalutare.
  • 6 – Un brainstorming da quindici minuti potrebbe sembrare del tutto inutile, ma probabilmente non avete mai provato a farlo in maniera rigorosa. Lasciate andare la vostra mente seguendo associazione libere e vedrete che in breve riuscirete a visualizzare strade nuove che non avevate contemplato.
  • 7 – Se il vostro problema è di tipo relazione allora è il caso di investire questi ormai famosi 15 minuti in cui potete instaurare un dialogo, magari a partire dalle scuse che sentite di dover fornire all'altro e che vi potrebbe aiutare a ripartire da zero.

Leggi anche: 7 trucchi per stare meglio