BACI AD OCCHI CHIUSI O AD OCCHI APERTI: SIGNIFICATO. Un apostrofo rosa tra le parole “T'amo”: non possiamo prenderci il merito di questa eccellente descrizione del bacio, che come tanti sapranno è da attribuirsi a Cyrano de Bergerac e quindi all'autore della commedia, Edmond Rostand. Uno dei gesti più romantici al mondo, il bacio è da sempre avvolto da un alone di mistero, nonostante i tanti tentativi di classificare i vari modi in cui due amanti possono unire le labbra: in primo luogo l'amletico dubbio, bisogna chiudere gli occhi durante un bacio? Di recente poi il primo film dedicato a Spider-Man ha lanciato la moda del bacio a testa in giù, ma in realtà fra saliva, grado di apertura della bocca e pressione della labbra esistono svariati parametri che danno vita a esperienze molto differenti.

Leggi anche: Come si dà un bacio

Baci ad occhi chiusi o ad occhi aperti: significato

CHIUDERE GLI OCCHI DURANTE UN BACIO OPPURE NO? SIGNIFICATO. Tornando al criterio del tutto binario rappresentato dal baciare ad occhi chiusi oppure no, c'è chi afferma che tenerli aperti sia caratteristico delle persone più aggressive e sfrontate, che vogliono godersi l'espressione poco composta del loro partner, mentre invece chiuderli sarebbe una scelta del tutto naturale (un po' come avviene quando si starnutisce), anche in virtù di una certa timidezza assolutamente comprensibile in un momento così intimo. Tuttavia arriva la scienza a dimostrarci quanto le nostre spiegazioni pseudo-psicologiche siano in difetto di fronte alla vastità del metodo sperimentale. I ricercatori della Royal Holloway University of London (RHUL) capitanati dalla psicologa Sandra Murphy hanno infatti condotto alcuni test che hanno dimostrato come sia impossibile concentrarsi allo stesso modo su due stimoli contemporanei afferenti a sensi differenti.
In parole povere non si può guardare il vostro partner (vista) e baciarlo (tatto) senza perdere la concentrazione, e in questo caso a prevalere è il senso che utilizziamo maggiormente, la vista. Già diversi studi avevano dimostrato come lo sforzo richiesto da un compito visivo riducesse le sensazioni degli stimoli olfattivi e uditivi, e ora la ricerca ha dimostrato che anche il tatto risulta perdente nella competizione.
 

BACIARE AD OCCHI CHIUSI O AD OCCHI APERTI: COSA SIGNIFICA. Cosa indica questa scoperta in merito all'attività preferita dagli innamorati? Principalmente che le persone più appassionate intuitivamente sanno che chiudendo gli occhi aumenteranno il loro coinvolgimento e la loro concentrazione sul gesto. Una lezione che vale la pena tenere a mente anche quando vi accorgete che il vostro interlocutore non vi guarda negli occhi mentre gli parlate: non si tratta di mancanza di attenzione o interesse, ma il contrario, dato che fissarvi lo distoglierebbe dalla registrazione e comprensione delle vostre parole.
Ma torniamo al bacio. Esiste una scuola di pensiero che attribuisce l'apertura degli occhi al tipo di bacio. Nel caso di un lungo bacio alla francese allora sarebbe davvero imbarazzante osservare le smorfie più assurde in cui ci si produce in questa attività. E inoltre nel caso di occhi aperti da entrambi i lati del bacio la posizione assunta renderebbe davvero difficile concentrarsi sulle pupille altrui.
I baci affettuosi, tipo quello di saluto o della buona notte, possono invece essere dati tranquillamente con gli occhi aperti. Tanto più se certi baci avvengono in movimento (mentre si sta passeggiando per esempio), in modo da rimanere vigili rispetto al mondo circostante.
Poi ovviamente non saremo noi a dirvi come baciare – ci sembrerebbe davvero indelicato – ma potete tenere a mente le informazioni che vi abbiamo fornito e fare le vostre prove per scoprire la modalità che può vi si addice.

Potrebbero interessarti: