CHE COS'È MUBI: IL NETFLIX PER VERI CINEFILI. Da quando è arrivato Netflix la maggior parte dei rapporti sociali si è ridotta alla chat su Whatsapp per scegliere la casa del predestinato di turno nella quale si riunirà il gruppo di amici allo scopo di abbuffarsi di episodi di serie tv. Di certo un toccasana per tutti coloro che non sopportano discoteche, pub e affini, ma anche una bella opportunità per coloro che hanno un rapporto più sano con serie tv e film. Come abbiamo già detto tante volte la piattaforma di streaming offre un ampio catalogo a un prezzo molto competitivo, che peraltro si può dividere nel caso di condivisione degli account. Eppure in mezzo alla folla che acclama a gran voce Netflix come il salvatore della patria c'è un personaggio che non esulta, ma anzi sbuffa spazientito: si tratta del cinefilo, quello vero, quello che registra i film pakistani su Rai 3 alle 4 di notte (è infatti un affezionato di Fuori Orario), che frequenta ancora le sale cinematografiche, soprattutto se danno le pellicole in lingua originale, e che magari compra persino delle riviste specializzate. Una specie in via d'estinzione, che di Netflix non sa cosa farsene, visto che il numero di film d'autore e di opere straniere (ovvero non provenienti da USA, Francia, Italia e Gran Bretagna) è estremamente ristretto. Per lui esiste Mubi, una piattaforma di streaming dedicata proprio a chi ama il cinema più ricercato, eccentrico e a volte sperimentale.

Non perderti: Netflix Marzo 2017: film, serie TV e titoli fuori catalogo

cos'? mubi

MUBI ITALIA: COME FUNZIONA. Il funzionamento è simile ma non uguale a quello di Netflix: si paga un fisso mensile per un'unica modalità di visione, non c'è la possibilità di condividere account, e in cambio è possibile guardare uno o più film a disposizione tra i 30 presenti ogni giorno. Solo 30, chiederanno i più incuriositi? Sì, ma attenzione: ogni giorno viene caricato un film nuovo, che va a sostituire quello più vecchio, in quanto ogni pellicola dal momento del suo caricamento su Mubi ha una scadenza di 30 giorni.
 

MUBI SOFTWARE: I FILM DA VEDERE. Il punto di forza dell'operazione è chiaramente la selezione. Si trovano film davvero da ogni angolo del globo, nuovissime come vecchissime (non sono infrequenti le opere mute precedenti agli anni '20), tutte rigorosamente in originale e sottotitolate. Il gioco però vale la candela solo se conoscete decentemente l'inglese, visto che almeno la metà dei sottotitoli sono esclusivamente nella lingua di Shakesperare.
La soddisfazione di vedere – legalmente e in buona qualità – un film di Jean-Luc Godard, quindi un corto sperimentale di 10 minuti e poi un documentario iracheno di 5 ore è impagabile, sempre che questo pensiero non vi abbia già fatto sanguinare gli occhi.
Coloro che invece avvertono un certo aumento della salivazione dovrebbero invece attivare immediatamente il periodo di prova di un mese e scoprire cosa ha da offrire Mubi (che tra l'altro ha un programma differente a seconda del Paese in cui ci si trova, per quanto contestualmente varino anche i sottotitoli). Insomma, il cinefilo sa che ha a disposizione una valida alternativa allo streaming illegale o alla monotonia della sala, invasa da blockbuster e commedie italiane.
 

CATALOGO NETFLIX ITALIA: LE NEWS. Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle novità di Netflix leggi qui: