IL CURRICULUM: TRUCCHI

Il momento di compilare un curriculum vitae prima o poi arriva per tutti: è epoca di cambiamento, si inizia a pensare al lavoro, allontanandosi a grandi passi dall'infanzia. La redazione di questo documento, però, se non fatta con estrema attenzione e accortezza può diventare un vero e proprio incubo. Vediamo allora come affrontare il problema in modo efficace e pratico.

Potrebbero interessarti anche:

LA COMPOSIZIONE DEL CURRICULUM

Il curriculum vitae dovrà rispecchiare – sia nella grafica di presentazione che nei suoi contenuti – il carattere del suo autore e avrà il compito di spiegare brevemente i punti di forza del candidato. Per attirare l'attenzione del selezionatore è importante che il contenuto del cv sia scritto con attenzione: chiarezza espositiva, capacità di sintesi e scorrevolezza sono i vostri obiettivi.

LE REGOLE DEL CURRICULUM VITAE

  1. Il curriculum non dovrà mai essere eccessivamente ricco o eccessivamente povero: ricordatevi di essere sintetici (se volete candidarvi ad un posto come giornalista, non occorre spiegare che 2 anni prima avete lavorato come camerieri) ma non troppo (un cv troppo povero potrebbe indurre l'esaminatore a credere che non abbiate sufficiente esperienza).
  2. Un buon curriculum è sempre aggiornato: preferibilmente sulla base delle informazioni che si riescono a raccogliere sull'azienda destinataria.
  3. Assicuratevi che sia curato dal punto di vista grafico: senza errori, scritto in modo ordinato, piacevole alla vista.
  4. La foto può essere un buon biglietto da visita: sceglietela con cura
  5. Considerate l'idea di accompagnarlo ad una lettera di presentazione

IL CONTENUTO DEL CURRICULUM VITAE 

Cosa dovreste inserire? Ecco una lista dettagliata dei contenuti consigliati:

  1. Dati anagrafici

    Nome, cognome, indirizzo, telefono, luogo di nascita, e-mail.

  2. Esperienze formative

     Studi compiuti in ordine cronologico decrescente, partendo dall'esperienza più recente, fino al diploma superiore. Se avete una laurea prendete in considerazione l'idea di citare il titolo della tesi e qualora fosse buono, anche il voto.

  3. Esperienze professionali

     L'ordine cronologico è sempre decrescente, questa particolare sezione dovrà essere accompagnato dal vostro ruolo all'interno dell'azienda, dai risultati ottenuti e dalle conoscenze apprese.

  4. Lingue Straniere 

    Il cosmopolitismo è importantissimo. Citate tutte le lingue che conoscete senza inventare e riportando fedelmente il livello di conoscenza scritta ed orale.

  5. Conoscenze informatiche

     Linguaggi di programmazione, capacità di utilizzo dei principali pacchetti software, esperienze specifiche su programmi grafici, gestionali, di database.

  6. Interessi extraprofessionali

     Questa sezione occorre al vostro futuro datore di lavoro per farsi un'idea su di voi e ad umanizzarvi. Evitate attività discutibili o illecite.

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL CV

Scopri tutte le informazioni utili per la compilazione e l'invio di un Curriculum Vitae completo e professionale: