FILM D'AVVENTURA PER RAGAZZI: LA TOP FIVE DA VEDERE TRA AMICI. Come trascorrere una serata fra amici quando per una ragione o l'altra appare chiaro che l'opzione di una uscita fuori non può essere contemplata? Una delle soluzioni migliori per accontentare tutti è quella di fare cerchio intorno alla televisione, oppure più modernamente davanti al laptop, e scegliere un film da vedere tutti insieme. Ma il momento della scelta diventa sempre terreno di lotta fra diverse fazioni, che si risolve spesso e volentieri in musi lunghi, silenzi arrabbiati e poco magnanime concessioni. In che modo allora riuscire a venire incontro ai desideri di tutti? Semplice, basta scegliere un film d'avventura per ragazzi di comprovata qualità: sì, perché anche coloro che avranno già avuto modo di vederlo saranno disposti a una seconda visione, spinti dalla possibilità di poterlo commentare insieme ai loro amici.

film d'avventura per ragazzi da vedere

FILM D'AVVENTURA DA VEDERE: I MIGLIORI PER RAGAZZI. Vi presentiamo dunque la nostra top five in modo da farvi perdere meno tempo possibile durante le operazioni di scelta.

  • Il libro della giungla (2016): il remake in live action del classico Disney è stato uno dei film più acclamati della scorsa stagione. Merito soprattutto degli effetti speciali, che d'altro canto rendono la definizione di “film dal vivo” quantomeno traballante: la maggior parte delle avventure di Mogwli è infatti ricreata al computer, visto che non sarebbe stato possibile addestrare in modo così preciso gli animali che vediamo muoversi su schermo. Poco male, perché le espressioni e le movenze degli esseri creati al computer sono davvero stupefacenti, e l'interazione con il giovanissimo attore protagonista è perfetta.
  • Spy Kids (2001): non ci si aspetterebbe certamente un film per ragazzi adatto a tutta la famiglia da un regista come Robert Rodriguez, sodale di Quentin Tarantino e autore di una serie di film truci come Dal tramonto all'alba, Machete e Planet Terror. E invece la vena anarchica del cineasta messicano si sfoga in una serie di pazzesche avventure – quattro gli episodi della saga – con protagonisti due giovanissimi agenti segreti dotati di gadget sempre più assurdi e surreali.
  • Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo (2008): ultimo capitolo di un franchise che ha fatto la storia delle pellicole d'avventura, il film vede una sorta di passaggio di testimone dall'anziana Harrison Ford a Shia LaBeouf, che interpreta il figlio mai conosciuto dallo spericolato avventuriero. Forse non il capitolo più brillante della serie, ma di sicuro quello che più strizza l'occhio all'estetica moderna e quindi più apprezzabile dai giovani spettatori, che potranno poi ripercorrere a ritroso i precedenti episodi.
  • Hugo Cabret (2011): Martin Scorsese adatta un romanzo di grande successo fornendo la propria versione del fantasy moderno. La storia è quella di Hugo, un orfano che vive all'interno di una stazione ferroviaria parigina, e i cui sforzi sono tutti tesi a riparare l'automa che il padre gli ha lasciato prima di morire. Il tutto, tra inseguimenti e imprevisti di percorso, nasconde un sentito omaggio al grande regista Georges Méliès, padre del cinema fantastico.  
  • Jumanji (1995): in una delle interpretazioni migliori della sua carriera Robin Williams recita nei panni di un ragazzino che è stato imprigionato per quasi 30 anni in un terribile gioco in scatola. Saranno due bambini a tirarlo fuori grazie a una fortunata combinazioni di dadi, ma il loro tentativo di ultimare la partita iniziata tre decenni prima contribuirà a gettare nello scompiglio la città a causa delle temibili creature che fuoriusciranno da Jumanji.

(Foto: Il libro della giungla, courtesy of Walt Disney Pictures)