FILM D'AZIONE DA VEDERE: LE 10 SCENE IMPERDIBILI. I cinefili si dividono in almeno due categorie, quelli interessati alle pellicole più oscure provenienti da nazioni mai sentite prima, e coloro che invece non hanno alcuna pretesa, se non quella di essere intrattenuti. In questo ambito esiste una piccola nicchia di appassionati di film d'azione, ai quali interessano poco cose come trama, recitazione, sceneggiatura, fotografia e via dicendo, ma esigono tantissimo dal punto di vista delle sequenze dinamiche di cui sono protagonisti gli attori.

Leggi anche: Film d'azione come Fast and Furious

film azione scene imperdibili

FILM D'AZIONE: LE MIGLIORI SCENE DA VEDERE. È per costoro che abbiamo pensato di stilare una classifica delle migliori 10 scene tratte da film d'azione imperdibili.

  • The Protector (2005): la Thailandia ha regalato tante gioie ai cultori di arti marziali, e in questa pellicola il grande Tony Jaa si produce in una rissa colossale ripresa interamente in piano sequenza, che prevede anche la salita per una lunga scalinata. Magari non elegantissima, ma ogni volta la scena fa rimanere a bocca aperta.
  • The Raid  (2011): dall'Indonesia arriva il film d'azione più influente degli ultimi anni. Sono tantissime le parti da incorniciare, ma sopra ogni cosa va citato il combattimento finale tra i due fratelli finalmente ritrovatisi e il temibile Mad Dog, villain che riesce a tenere testa a due avversari ferocissimi.
  • Scott Pilgrim vs The World (2010): di tutt'altro genere il film di Edgar Wright pesantemente ispirato a videogame e fumetti. In questo caso lo scontro tra Scott e l'odioso Gideon affastella citazioni da Star Wars, film di samurai e le movenze di un rhytm game.
  • Essi vivono (1988): i fan di John Carpenter ricorderanno senza fatica lo strepitoso e un po' surreale momento in cui il wrestler Roddie Piper, protagonista del film, inizia a lottare con il suo amico Keith David in un vicolo per ben cinque minuti e mezzo, fra prese da lotta libera e colpi grezzi.
  • Toro scatenato (1980): il film di Martin Scorsese sul pugile Jake La Motta è in realtà molto meno d'azione di quanto si creda, ma le incredibili riprese in bianco e nero delle botte da orbi scambiate sul ring sono entrate di diritto nella storia del cinema.
  • Kill Bill Vol 1 (2003): un amante del bello stile quale Quentin Tarantino non poteva non cimentarsi in una lunga, enorme e complessa coreografia di lotta all'arma bianca. E in questo caso il duello tra la Vedova e gli 88 folli è una carneficina terrificante che ha la leggiadria della danza classica.
  • La casa 2 (1987): tutta da ridere invece la lunga scena in cui Ash, messi da parte per un istante i demoni che lo assediano, deve vedersela con la propria mano che è stata infettata dal male infernale riportato in vita dalla lettura del Necronomicon. I fan sanno a cosa alludiamo se citiamo una famosa motosega…
  • La promessa dell'assassino (2007): brutale, feroce, inattesa e sgraziata. Sono gli aggettivi adatti per la scena dell'agguato teso al protagonista dai membri della mafia russa in una sauna. Si fa fatica a non rimanere con il fiato sospeso mentre Viggo Mortensen rischia di morire soffocato.
  • Commando (1985): in uno dei film dal body count più alto di sempre Arnold Schwarzenegger rifulge non solo per il suo superbo utilizzo di un lanciarazzi, ma anche per la mossa – l'impalamento tramite tubo di scarico – con cui finisce il villain che ha osato rapirgli la figli.
  • Police Story (1985): non potevamo non citare il miglior film di Jackie Chan e tutto l'incredibile finale ambientato in un centro commerciale dove il nostro utilizza praticamente tutto per schivare, contrattaccare e finire i suoi avversari. Ma forse merita una menzione speciale una delle scene iniziali in cui un inseguimento in macchina devasta completamente una baraccopoli.

FILM DA VEDERE: I NOSTRI CONSIGLI. Se ti piacciono i film che ti tengono con il fiato sospeso allora leggi qui:

(Foto: Kill Bill vol. 1, courtesy of Miramax Films, A Band Apart, Super Cool ManChu)