FILM DELLA SETTIMANA: COSA ESCE AL CINEMA IL 2 MARZO 2017. Un eroe solitario alla sua ultima missione, un contrabbandiere malinconico, un padre bizzarro e imbarazzante, il sindaco di un paesino disposto a tutto pur di salvarlo e uno scrittore turco di ritorno in patria: questi i protagonisti dei film della settimana in uscita il 2 marzo.

Non perderti: Film festa della donna 2017: cosa c'è al cinema

film in uscita al cinema 2 marzo 2017

FILM IN USCITA AL CINEMA IL 2 MARZO 2017. Scopri allora quali novità ci riservano le sale cinematografiche questa settimana e scegli il film giusto e adatto ai tuoi gusti:

  • Logan – The Wolverine (1 marzo): l'avventura di Hugh Jackman nei panni del feroce X-Men Wolverine giunge al termine con questo film che è stato definito come il più oscuro e cupo cinecomic tra quelli mai usciti. Ispirata a una miniserie fumettistica che ha fatto epoca, la storia è ambientata in un futuro postapocalitico in cui i mutanti sono stati quasi del tutto sterminati. Logan è un relitto che si barcamena come può, prendendosi cura del morente Charles Xavier. Ma la notizia della minaccia che aleggia su una piccola mutante, la prima da 20 anni a questa parte, impone a Wolverine di sfoderare gli artigli per l'ennesima volta.
  • La legge della notte (2 marzo): Ben Affleck torna dietro la macchina da presa dopo aver interpretato Batman nel cinecomic della DC. Ambientato durante il Proibizionismo, il film è un noir che più classico non si potrebbe, incentrato sul figlio di un poliziotto datosi al crimine e al contrabbando, che però si innamora della donna del suo boss. L'esilio a Tampa impostogli dalle circostanze lo metterà nei guai col Ku Klux Klan, il suo padrino mafioso e una giovane predicatrice del luogo. Oltre allo stesso Affleck nel cast troviamo anche Elle Fanning, Brendan Gleeson, Chris Messina e Sienna Miller
  • Vi presento Toni Erdmann (2 marzo): la commedia dell'anno, candidata all'Oscar come miglior film straniero, è una vera e propria sorpresa surreale e assurda da due ore e quaranta minuti. Il film di Maren Ade è incentrato sul rapporto di un padre con una figlia troppo presa dal lavoro per vivere realmente: il genitore, patito della burla portata fino all'estremo, decide allora di andare a trovarla a Bucarest, dove è stata spostata, scombinandolo completamente la vita, con tanto di parrucca, dentiera finta e scherzi imbarazzanti in grado di devastarle la carriera.
  • Rosso Istanbul (2 marzo): Ferzan Ozpetek ha innumerevoli detrattori, ma si può dire che in Italia sia uno dei pochi a trattare tematiche LGBT senza nascondere la mano. Il suo ultimo film, tratto dal romanzo omonimo da lui scritto, è però ambientato in Turchia, e vede uno scrittore tornare a casa dopo vent'anni trascorsi a Londra per aiutare un regista a mettere in scena i suoi ricordi. Quando questi sparisce all'improvviso toccherà allo scrittore indagare sulla vita del cineasta.
  • Omicidio all'italiana (2 marzo): Maccio Capatonda torna dietro la macchina da presa dopo il non troppo soddisfacente Italiano medio, che in ogni caso aveva fatto balenare idee e soluzioni interessanti per la commedia italiana tradizionale. Nel suo secondo film il bersaglio è la cronaca nera e la malsana attenzione che i media le riservano: il caso del finto omicidio di Acitrullo, paesino in progressivo disfacimento, potrebbe finalmente dare alla comunità quella fama in grado di risollevare le sorti. Nel cast anche Sabrina Ferilli, Herbert Ballerina e Gigio Morra.

(Foto: Omicidio all'italiana, courtesy of Lotus Production, Leone Film Group, Medusa Film)