Harry Potter, le novità: Harry Potter and the Cursed Child: il punto sul capitolo 8

Sette erano i capitoli in cui era divisa la saga, sette il numero magico dell'universo di Harry Potter. Ma per il cinema si può anche fare uno strappo alla regola e così l'ultimo episodio della storia del maghetto, "Harry Potter e i doni della morte", sarà diviso in due diversi film. Lo ha annunciato Daniel Radcliffe al Los Angeles Times: "Era l'unico modo per non tagliare parti fondamentali della storia" ha detto l'attore.

Il maghetto più celebre del mondoRadcliffe ha spiegato che "negli altri libri c'erano sottotrame compartimentate che è stato più facile tagliare nella versione cinematografica, anche se per i fan sono stati tagli insopportabili. Nel settimo libro invece queste sottotrame non ci sono". I due film si intitoleranno semplicemente "Harry Potter e i doni della morte: parte I" e "parte II". Il romanzo, uscito a settembre in Italia è una storia densa di azione che porta a conclusione tutta una serie di sottotrame presenti nell'arco dei sette anni di vita del maghetto.

Di fronte a un'operazione del genere è lecito dubitare che si tratti di un semplice escamotage per capitalizzare due mega incassi al posto di uno, ma questa idea è rispedita al mittente con forza dal produttore David Heyman. "Giuro che siamo arrivati a questa decisione per motivi esclusivamente creativi – ha detto Heymen – A differenza di tutti gli altri episodi qui non si può tagliare nulla. Ne abbiamo parlato con J.K. Rowling e lei è stata d'accordo con noi".  La prima parte della conclusione della saga dovrebbe essere pronta per novembre 2010, mentre la seconda arriverebbe nelle sale nel maggio del 2011.