I 10 MIGLIORI CORTI DELLA PIXAR

Buzz Lightyear e lo Sceriffo Woody, la famiglia degli Incredibili, Merida, il topo Remy, WALL-E: Tutti i fan dell'animazione cinematografica statunitense conosceranno già questi personaggi e avranno imparato ad apprezzarli come alcuni dei nomi più importanti della scuderia Pixar. D'altro canto pochi altri marchi hanno influenzato il genere come la casa di produzione che è stata assorbita dalla Disney e che sta svecchiando dall'interno il grande colosso. Merito della Pixar è anche quello di aver rinverdito la tradizione del cortometraggio, presentato al cinema come apertura del film: spesso e volentieri si tratta di piccoli capolavori che non hanno nulla da invidiare all'opera che segue, ma che anzi brillano per il modo coinciso in cui riescono a suscitare le stesse emozioni.

Leggi anche: I film Pixar sono collegati tra loro: il video che lo dimostra

migliori corti pixar

CORTOMETRAGGI PIXAR: I MIGLIORI DA VEDERE. Vediamo dunque insieme quali sono i 10 cortometraggi migliori prodotti dalla Pixar.

  • BURN-E: il proseguimento delle avventure di WALL-E ci porta a scoprire gli eventi paralleli che interessano il robottino riparatore incontrato dal protagonista. Lo humour senza parola è al livello di classici quali Buster Keaton e Jacques Tati.
  • Sanjay Super Team: in che modo un bambino indiano moderno può credere nel nutrito pantheon hindi quando la sua mente è ottenebrata da racconti di supereroi e supercattivi di Marvel e Dc? Ce lo racconta questo saggio di action movie in miniatura.
  • L'ombrello blu: la Pixar ai vertici della sua poeticità in questo racconto che punta molto sulla famosa antropomorfizzazione degli oggetti inanimati, uno dei suoi cavalli di battaglia. In questo caso a essere innamorati sono due ombrelli colorati su uno sfondo iperrealistico alquanto grigio.
  • La luna: c'è ben più che un pizzico di orgoglio italiano in questo cortometraggio diretto da Enrico Casarosa e incentrato su un bambino di Genova che deve districarsi tra l'influenza paterna e quella del nonno.
  • Lava: in questo caso a nutrire dei sentimenti alquanto malinconici è un vulcano. Ma la novità di questo cortometraggio è rappresentato dall'importanza che vi riveste la canzone principale, quasi come se si trattasse di una versione aggiornata dei classici Disney.
  • Piper: la tenerezza degli animaletti animati dalla Pixar è probabilmente ineguagliabile. Qua un piccolo beccaccino impara a vincere la propria paura dell'oceano e al contempo diventa il più bravo nel suo branco a procacciare cibo.
  • Presto: ancora risate a crepapelle in questa esilarante scenetta riguardante un prestigiatore e il suo coniglio. Questi al momento del trucco della sparizione inizia a fare i capricci e a sabotare lo spettacolo perché il suo padrone si è dimenticato di dargli a mangiare.
  • Parzialmente nuvoloso: le cicogne portano i bambini, ma dove li reperiscono, esattamente? Lo racconta questo mini-film, in cui la nuvola nera Gus è responsabile della creazione dei bambini più indisciplinati, che poi vengono affidati al trasporto della cicogna Peck.
  • One Man Band: due musicisti ambulanti sovraccarichi di strumenti si sfidano in una competizione all'ultima nota pur di conquistarsi la monetina di una ragazzina. Tantissime le trovate visive e ovviamente sublime la musica di Michael Giacchino.
  • Quando il giorno incontra la notte: è un mix di grafica bidimensionale  e stereoscopia lo sperimentale corto che mette in scena Giorno e Notte come due personalità separate. Sui loro corpi, proiettati su sfondo nero, è possibile osservare le scene della vita nei diversi momenti della giornata e osservarne l'indispensabile complementareità.

Se sei un appassionato dei film Disney e Pixar leggi qui:

(Foto: Courtesy of Pixar)