Conoscete la festa di San Patrizio, le origini e la data in cui si festeggia? Oggi vogliamo tingerci di verde, come il colore che rappresenta questa festa, e portarvi in Irlanda per scoprirne le origini. Durante questa festa si vestono tutti di verde, assumendo tutti, grandi e piccoli, le sembianze di tanti elfi di Babbo Natale. A parte questa personale descrizione, anche simpatica in fondo, dovete necessariamente venire a conoscenza delle origini di questa festa, del perché ci si vesta di verde, cosa festeggiano e perché. Ovviamente si tratta di una festa che nel tempo è uscita dall’Irlanda e si è diffusa in altre parti d’Europa finendo, anche, in Italia; c’è sempre un buon motivo per festeggiare, ma quando?

San Patrizio: la data

Siete curiosi di conoscere la data di questa celebre festa? Siete impazienti di vestirvi di verde, come dei fedeli elfi di Babbo Natale? Non dovete attendere molto, la festa si celebra domani, 17 marzo, e avete tutto il tempo per conoscerne le origini, del perché si festeggia e del perché l’Irlanda si colori di verde. Il festival più grande di svolge a Dublino dove i festeggiamenti iniziano, quasi, una settimana prima; non partecipano solo i nativi irlandesi, ma anche tutti coloro che sentono che nelle loro vene scorra sangue irish. Partecipano ai festeggiamenti anche altri città, quali Cork, Galway, Down e Armagh e Belfast. A Belfast si usa organizzare una parata in costume, rigorosamente in verde, e si festeggia con inni, canti e balli per le vie della città. Abbiamo dimenticato un altro piccolo particolare, oltre a vestirsi rigorosamente di verde, si dovrà acquistare una bella scorta di birra Guinness e si può iniziare a festeggiare. Questi dettagli sono importanti, certo, ma ancora non vi abbiamo parlato delle origini; vi va di ascoltarle?

San Patrizio: le origini della festa

San Patrizio non era irlandese, come molti erroneamente pensano, era di origini scozzesi e il suo vero nome era Maewyin Scott, all’età di 16 anni fu rapito e venduto come schiavo al re di Dalriada, il regno che univa la Scozia e l’Irlanda. Rimase schiavo per circa 6 anni, periodo in cui venne a contatto con la lingua e le cultura celtica, e, quando riuscì a fuggire, tornando a casa si convertì alla religione cristiana prendendo il nome di Patrizio e intraprese la carriera sacerdotale. Papa Celestino I notò e ammirò questo vescovo tanto da chiedergli di tornare nei luoghi della sua prigionia e diffondere la religione cattolica. Patrizio si prodigò molto per la sua religione e arrivò a spiegare la trinità con il simbolo del quadrifoglio, simbolo che diventa caratteristico della nazione irlandese insieme al colore verde.