Per tutti gli appassionati di fantasy, Il Signore degli Anelli è LA saga per eccellenza. La trilogia di J.R.R. Tolkien e la sua trasposizione cinematografica sono materiale di culto per i tantissimi fan: cosa potrebbe accadere se la Terra di Mezzo fosse portata anche sul piccolo schermo? A luglio si è infatti risolto il contenzioso tra Warner Bros. TV e la Tolkien Estate e sembra che la casa di produzione stia cercando un partner per produrre una serie tv tratta dal Signore degli Anelli!

il signore degli anelli

Secondo Deadline, dopo i tentativi falliti con Netflix e HBO, la serie tv sarebbe al centro di trattative preliminari con gli Amazon Studios. Il problema principale sono i costi richiesti per la realizzazione del titanico prodotto televisivo: Warner Bros TV e Tolkien Estate chiederebbero tra i 200 e i 250 milioni di dollari per i diritti, per una serie televisiva che al momento non ha un concept di base, attori, artisti, produttori o sceneggiatori ingaggiati. A questo andrebbero aggiunti i costi per la realizzazione della serie tv (sviluppo, attori, produzione e post-produzione) che si aggirerebbero sui 100-150 milioni a stagione, rendendola di fatto la serie tv più costosa della storia.

Game of Thrones è forse l’unica serie tv paragonabile per costi, ma i diritti non valgono così tanto quindi Il Signore degli Anelli surclasserebbe il prodotto di punta di HBO. Inoltre, sembra che il figlio di Tolkien, il 92enne Christopher Tolkien, non appoggi il progetto: aveva odiato i film tratti dai libri, quindi sembra difficile che possa approvare una serie tv prodotta da Amazon.

In ogni caso, non perdiamo le speranze: chissà se, una volta terminato Il Trono di Spade, potremo consolarci con Frodo, gli hobbit, Gandalf e Sauron.

Foto Credits: Warner Bros