Youtube è omofobo?

Sul web la protesta esplode violenta e incontrollabile: come mai? Molti utenti hanno segnalato che Youtube censura contenuti a tematica omosessuale a prescindere dal fatto che contengano o meno immagini forti. È questa la dura accusa di tutti coloro che nelle ultime ore hanno inondato la rete di tweet con l'hashtag #YouTubeIsOverParty, (letteralmente "la festa di YouTube che non esiste più").

La protesta:

Alcuni youtuber si sono accorti che numerosi video a tematica omosessuale venivano categorizzati nella categoria "restricted", censurati nella versione "parental control" (per i minori di 18 anni). I video, però,non contenevano contenuti forti, violenti, offensivi o a sfondo sessuale. Youtube aveva filtrato i temi omosessuali da una semplice dichiarazione d'amore, al racconto della scoperta della propria omosessualità…

Youtube si scusa:

A seguito dell'ondata di proteste, il noto canale si è scusato pubblicamente senza scendere nei dettagli ma specificando il suo interesse nel chiarire che è "molto orgoglioso" di ospitare la comunità L.G.B.T. e aggiungendo una postilla rassicurante: "Stiamo esaminando le vostre preoccupazioni". Come finirà?

Leggi anche: