Chi di voi non ha sognato sulle note dei cartoni della Disney? Tutti ci siamo innamorati della qualità dei disegni e dei valori all’interno delle storie nei cartoni animati, eppure a ben guardare degli errori sono stati commessi. Ecco, dunque, una top ten degli “scivoloni” Disney:

  1. Una bella addormentata pionieristica: Aurora e Filippo ballano un valzer nell’ultima scena del celebre classico… peccato che la storia sia ambientata nel XIV secolo e questa particolare danza non fosse ancora stata inventata.
  2. Jasmine a rischio lapidazione: Aladdin è ambientato nel IV secolo d.C. In quel periodo e in quelle zone Jasmine non si sarebbe potuta vestire in quel modo (pantaloni lunghi, seno in mostra in un top molto sexy, con grandissimi e vistosi orecchini) ed, essendo una principessa, avrebbe dovuto portare il velo.
  3. Rapunzel e fiammiferi della discordia: il film è ambientato all’incirca nel 1780. Nel film Rapunzel usa dei fiammiferi per accendere le candele, peccato che i fiammiferi ancora non esistessero.
  4. Pocahontas, una storia di presunta pedofilia: grandi sguardi, un bacio appassionato che ha coinvolto tutti i bambini, una storia sulla lotta per l’uguaglianza; ma nel racconto originale del capitano John Smith, la ragazza da lui incontrata (Pocahontas) aveva 10 anni (e non ci fu mai una storia d’amore tra loro due).
  5. Robin Hood il principe delle monete false: ambientato nel 12 secolo anche in questo classico lo scivolone è piuttosto vistoso; le monete che si vedono nel film (i Farthing), infatti, e il gioco del badminton furono inventati molto dopo.
  6. Hercules, padre certo, la madre meno: secondo la mitologia greca (e non quindi un errore propriamente storico) Ercole era figlio di Zeus e Alcmena e non di Era, come riportato dalla Disney.
  7. Mulan e il dramma della Muraglia:  La Grande Muraglia che si vede nel cartone non esisteva ancora nel sesto secolo d.C., periodo nel quale è ambientato il film. Anche i fuochi d’artificio ancora non esistevano.
  8. Il Gobbo di Notre Dame in una Parigi visionaria: la storia è ambientata nel XV secolo, ma alcune parti della Cattedrale che si vedono nel film vennero costruite solamente in seguito. Le scale su cui muore la madre di Quasimodo, invece, non sono mai esistite.
  9. L’illegale carica dei 101: in un momento del lungometraggio i cuccioli di Dalmata si trovano di fronte alla tv a guardare un programma televisivo con un cane eroe di nome Fulmine; il programma era sponsorizzato da Kanine Krunchies, ma tutto questo all’epoca sarebbe stato contro le regole inglesi.
  10. Pinocchio bugiardo e un po’ eretico: la prima scena mostra l’inquadratura di un libro (il libro di Pinocchio) con dei fermagli. La storia fu pubblicata nel 1883, ma un libro scritto in quel periodo non dovrebbe avere fermagli perché a quel tempo erano riservati alle Bibbie (e in alcuni casi alle riviste).