Diventare ambasciatore: cosa sapere

La carriera di ambasciatore vi affascina e volete conoscere tutto quello che c’è da sapere per diventarlo? Volete sapere qual è il percorso di studi da fare e in cosa consiste, praticamente, il lavoro di ambasciatore? Siete nel posto giusto, oggi vi parleremo proprio di questo. L’ambasciatore è una figura professionale che opera nel settore internazionale con compiti diplomatici presso gli stati, per conto o per nome di altri stati o comunità. E’ un lavoro molto affascinante, sotto diversi punti di vista, dà la possibilità di entrare in contatto con l’estero per la soluzione di problemi tra diversi stati. Ma prima di tutto, scopriamo il percorso di studi da intraprendere e i requisiti necessari per poter diventare un ambasciatore. Partiamo subito.

Non perderti:

Come diventare ambasciatore: studi

Erroneamente si pensa che diventare ambasciatore sia semplice, non è così, c’è un iter da seguire e noi vogliamo mostrarvelo, innanzitutto è necessario essere in possesso di:

  • laurea in giurisprudenza
  • laurea in scienze politiche

Con queste lauree si entra in possesso di nozioni che riguardano materie legali, economiche o politiche necessarie allo svolgimento di questa carriera. Il passo successivo è quello di partecipare ad un concorso pubblico che viene svolto una volta all’anno, mira a valutare la preparazione ottimale del candidato ed è diviso in 3 prove:

  •  selettiva: verte su domande generali e specifiche su discipline molto rilevanti
  •  scritta, se si supera si accede all’ultima, la prova orale
  •  orale

Per potervi accedere sono necessari questi requisiti:

  • cittadinanza italiana
  • età non superiore ai 32 anni compiuti
  • costituzione fisica adeguata
  • conoscenza di almeno due lingue straniere

Dopo la laurea c’è la possibilità di conseguire corsi post-laurea o master mirati che possono agevolare l’apprendimento di materie che facilitano il superamento del concorso, inclusa una buona conoscenza di almeno una lingua straniera. Sarebbe opportuno chiedere ai segretari del proprio ateneo se sono previsti master appositamente predisposti per il superamento del concorso; per quanto riguarda il concorso, dovete sapere che a ogni singolo candidato si dà la possibilità di parteciparvi solo 3 volte in totale. Per finire, diamo un’occhiata alla carriera di ambasciatore.

Come diventare ambasciatore: carriera nell’ONU

Vi abbiamo anticipato che l’ambasciatore è una figura professionale che opera nel settore internazionale con compiti diplomatici presso gli stati, per conto o per nome di altri stati o comunità. L’ambizione più grande per chi decide di intraprendere questa carriera è quella di diventare ambasciatore dell’ONU. Sappiamo tutti cos’è l’Onu, è l’organizzazione delle nazioni unite, è un’organizzazione internazionale intergovernativa che svolge importanti funzioni nelle relazioni tra i paesi. In seguito al superamento del concorso, bandito in Italia dal Ministero degli Esteri, si può entrare all’Onu per degli stages fino ad ottenere l’incarico di ambasciatore.