Diventare calciatore: il percorso da seguire

Vi piace il calcio, e volete sapere come diventare calciatore professionista? Vorreste diventare dei calciatori bravi, ammirati e voluti dalle squadre più forti del mondo? Se siete bravi, il cammino è breve; non è richiesto alcun titolo di studio, quello che importa è dimostrare di avere un grande talento in grado di essere riconosciuto, subito, in mezzo a tantissimi altri. Magari tra voi si nasconde un Francesco Totti, un Maradona, un Messi o un Del Piero, voi ancora non lo sapete o non trovate il coraggio di lanciarvi in questa avventura o, semplicemente, siete poco informati sul da farsi. Non temete, ci siamo noi qui a darvi tutte le informazioni di cui avete bisogno. Cominciamo subito, quindi, scoprendo insieme qual è il percorso e poi scopriamo insieme quanto guadagna un calciatore; andiamo.

Leggi la nostra guida completa:

Come diventare calciatore professionista: gli step

Lo sport del calcio è uno fra quelli più seguiti in assoluto. In milioni e milioni si appassionano ad una squadra del proprio campionato e anche del campionato estero. Il calcio, spesso, divide ma unisce anche; divide quando giocano tra loro squadre del campionato, ma unisce, senza dubbio, quando si giocano i mondiali e tutti indossano la stessa maglietta, gli stessi colori e intonano lo stesso inno. Ma torniamo a noi, vediamo quali sono gli step per diventare un calciatore professionista:

  • dedicarsi completamente al calcio: per diventare professionisti c’è bisogno di una forte passione, tanto da dedicare anima e corpo a questo sport
  • conoscere il calcio alla perfezione: imparate le tecniche dei grandi calciatori del passato e provate e farle vostre
  • duro allenamento: non solo fisico, ma anche mentale
  • iniziare a giocare fin da piccoli: prima si inizia e meglio è, entrate a far parte di una squadra giovanile fra i 5 e i 14 anni
  • giocare partite in raduni scolastici, regionali e nazionali, per darvi la possibilità di essere notati
  • muoversi per gradi:iniziare a giocare nella categoria giovanile per poi passare agli amatori e quindi ai semi-professionisti
  • partecipare a programmi di formazione professionale
  • dimostrare di essere il calciatore più bravo della vostra categoria
  • instaurare un buon rapporto con l’allenatore
  • siate un calciatore che non gioca per sé stesso ma per tutta la squadra
  • chiedere al proprio allenatore se sono previsti inviti ad osservatori e fare in modo di mostrare tutta la vostra bravura
  • siate disposti a spostarvi spesso, non abbiate paura e non perdete di vista i vostri obiettivi

La costanza, l’impegno e la pazienza sono denominatori comuni quando si intraprende qualsiasi carriera e non devono mai mancare. Per finire scopriamo quanto guadagna.

Diventare calciatore professionista: quanto guadagna

Il calciatore professionista, almeno in Italia, ha uno stipendio davvero molto elevato. La serie A è certamente il campionato più seguito, dove gareggiano squadre che si fronteggiano anche su campi internazionali (come quelli della Champions League o dell’Europa League). Più importanti e riconosciute sono le squadre, più lo stipendio dei calciatori è alto. I giocatori della serie A, però, hanno anche altri introiti derivati dagli sponsor e dalle pubblicità che fanno, soprattutto di marche di abbigliamento sportivo. Molti di loro hanno rendite che derivano anche dalla scrittura di libri autobiografici. Per farvi un esempio, Gonzalo Higuain, oggi giocatore della Juventus, guadagna 7.5 milioni di euro l’anno.