Professore universitario: l’iter per intraprendere questa professione

Se vi piace insegnare e stare a contatto con gli studenti universitari, dovete conoscere tutto quello che c’è da sapere sul percorso da seguire per diventare professori universitari. L’iter per diventare professore universitario è più lungo rispetto a quello previsto per insegnare nelle scuole di primo e di secondo grado; è diverso perché le competenze che bisogna avere sono maggiori e in più perché non si insegna a ragazzini o adolescenti, ma a persone che hanno raggiunto la maturità e sono nella fase che li condurrà a diventare adulti. Sappiamo che per insegnare nelle scuole di primo e secondo grado sono richieste la laurea e l’abilitazione all’insegnamento, ora scopriamo invece quali sono i requisiti per diventare professore universitario e come diventare ricercatore; partiamo subito con i professori universitari.

Diventare professore universitario: l’iter

Nell’ambito universitario si parla di docenti e di ricercatori, entrambi i ruoli sono accomunati da due requisiti, ovvero un diploma di laurea e una forte propensione allo studio; iniziamo con il docente universitario:

  • deve possedere un diploma di laurea nella materia di interesse
  • deve avere ottenuto un dottorato di ricerca per poter collaborare all’interno dell’ambiente universitario
  • il dottorato può avere una durata di 3 anni o di 5 anni
  • durante il dottorato, ci si occuperà di redazioni di ricerche, pubblicazioni e libri scegliendo le discipline a cui dedicarsi

Per diventare docenti universitari si dovrà ambire prima a diventare ricercatore universitario, in questa fase si svolgono attività di ricerca all’interno di centri specifici e di collaborazione con gli studenti per le stesure delle tesi; un’altra attività è quella di tenere lezioni e assistere gli studenti diventando tutor. Dopo 3 anni dall’entrata in ruolo, il ricercatore dovrà sottoporsi ad una prova che, se avrà esito positivo, lo farà diventare ricercatore confermato; in caso di esito negativo il ricercatore dovrà sottoporsi nuovamente alla prova. Lo step successivo prevede che si diventi professori associati mediante la partecipazione e il superamento di un concorso pubblico con il quale si potrà insegnare dalle 250 alle 350 ore annuali; dopo aver conseguito tali ore si potrà partecipare ad un altro concorso pubblico e ottenere il titolo di professore universitario ordinario. Ora vediamo come diventare ricercatori universitari.

Diventare ricercatore universitario: il percorso

Il primo requisito necessario per poter ambire a diventare un ricercatore universitario è la laurea specialistica; l’università stessa indice dei concorsi pubblici ai quali poter partecipare per prendere questo ruolo. Non ci sono limiti temporali e le università possono decidere di fare le selezioni in qualsiasi momento, si può partecipare ai concorsi anche in altre facoltà in cui non si è conseguito il titolo di studio. La selezione si compone di due aspetti che sono:

  • il curriculum del candidato (vengono presi in considerazione, a livello di punteggio, i master)
  • le prove selettive, due scritti e una orale

Il primo scritto riguarda un argomento inerente il percorso formativo, il secondo è un’esercitazione legata alla materia in questione; la prova orale è una sorta di colloquio sull’attività scientifica che si è svolta fino a quel momento. Se siete interessati a questa carriera, tenete sotto controllo i siti delle università che vi interessano e controllate la sezione bandi e concorsi.

Scopri anche: Stipendio professore universitario: qual è