Contratto di apprendistato: tutte le informazioni

Volete informazioni utili sul contratto di apprendistato? Volete sapere in cosa consiste, volete informazioni sullo stipendio e le ferie? Accomodatevi e prendete appunti. L’apprendistato è una forma lavorativa finalizzata alla formazione e successiva occupazione dei giovani, con questa forma contrattuale i giovani possono lavorare e proseguire contemporaneamente gli studi con la prospettiva di inserirsi nel mondo del lavoro dopo aver conseguito il titolo di studi. In base al tipo di formazione e all’età del richiedente, i contratti di apprendistato si dividono in 3 categorie:

  • Per i giovani con età compresa tra i 15 e i 25 anni che devono concludere il periodo di istruzione obbligatoria, è previsto un apprendistato per la qualifica professionale della durata di tre o quattro anni.
  • Per i giovani fra i 18 e i 29 anni è prevista la formazione professionale grazie al contratto di apprendistato professionalizzante che può durare 6 mesi o 5 anni.
  • I giovani di quest’ultima fascia d’età, in alternativa, possono accedere ad un apprendistato di alta formazione e ricerca al fine di conseguire un titolo di studio secondario come un dottorato di ricerca o una specializzazione tecnica aziendale.

Contratto apprendistato: stipendio

Questo contratto di lavoro, da poco introdotto in Italia, da una parte permette ai giovani di entrare nel mondo del lavoro attraverso una formazione professionale parallela agli studi, dall’altra, alle aziende di assumere personale riducendo i costi sullo stesso. Con il contratto di apprendistato, il giovane viene inserito all’interno di un’impresa, dove riceverà un corso di qualifica professionale o di alta formazione e, allo stesso tempo, metterà in pratica le sue abilità lavorando concretamente. Al termine della formazione, dal momento che l’apprendista ha acquisito tutte le competenze necessarie,  potrà essere assunto a tempo indeterminato continuando la sua attività nell’azienda. Gli apprendisti ricevono una retribuzione ridotta in termini percentuali rispetto a quella ricevuta dagli altri lavoratori adibiti alle stesse mansioni. La riduzione è definita dai C.C.N.L.; in mancanza di queste specifiche può essere stabilita dalla contrattazione individuale tra datore di lavoro e apprendista. La retribuzione può essere graduata in relazione alla progressiva anzianità di servizio e gli apprendisti hanno diritto alla tredicesima.

Contratto apprendistato: ferie

Con il contratto di apprendistato si ha diritto alle ferie in base al C.C.N.L di assunzione; per quanto riguarda le ferie, in generale, possiamo dire che il periodo deve essere di almeno 20 giorni annui per coloro che abbiano più di 16 anni, mentre per coloro che non abbiano ancora compiuto il sedicesimo anno di età spettano 30 giorni di ferie sempre annuali. A tali giorni non vengono applicate riduzioni, dunque verranno retribuite al 100%. Un discorso a parte va fatto per le ferie non godute, nel contratto di apprendistato non possono essere monetizzate e dovranno essere utilizzate entro e non oltre i 18 mesi dalla maturazione. Per quanto riguarda la malattia, gli apprendisti vengono equiparati ai lavoratori dipendenti e quindi godono di un massimo di 180 giorni di indennità di malattia, se accompagnati da certificato medico.

Leggi anche: Differenza tra stage e apprendistato