Le Professioni Sanitarie del futuro: i lavori più richiesti

In un mondo in continua evoluzione anche le professioni hanno l’obbligo di adattarsi ai cambiamenti sociali e alle esigenze dell’uomo moderno. In particolare, le professioni sanitarie diventano via via più specifiche e la figura del medico generico sempre meno utile. L’allungamento della vita, la conseguente crescita della popolazione anziana e la necessità di figure competenti nel campo di determinati disturbi e malattie ci fanno pensare che occorre riorganizzare il sistema sanitario in modo da soddisfare in pieno le esigenze di tutti i pazienti. Come fare? Innanzitutto riorganizzando le aziende ospedaliere e in secondo luogo inserendo nell’organico nuove professioni sanitarie: vediamo quali.

Le nuove Professioni Sanitarie: come potrebbe cambiare il sistema sanitario

In un’intervista del Corriere a Guido Broich, Direttore Sanitario Aziendale dell’Ospedale San Matteo di Pavia, leggiamo che il sistema sanitario italiano ha bisogno di essere modernizzato e riorganizzato. Certo, servono risorse finanziare e nuove figure specializzate, ma in ogni caso il cambiamento è inevitabile. Le nostre aziende ospedaliere si concentrano solamente sui casi di malattie acute e mortali, tralasciando invece quelle croniche e meno gravi ma che hanno bisogno di assistenza continua. Questo sistema però ormai non funziona più: la popolazione anziana crescente e l’insorgere di nuove malattie croniche non fanno altro che dimostrarci che sempre più pazienti hanno bisogno di assistenza continua. Ed è per questo che servono nuove figure professionali, non solo competenti in campo medico, ma che sappiano anche gestire la burocrazia sanitarie e organizzare un percorso di cure completo.

Lavori sanitari del futuro: l’elenco

Per tutti questi motivi nel prossimo futuro ci sarà bisogno di nuove professioni sanitarie, persone competenti e capaci in determinati settori della medicina e nell’organizzazione di iter curativi. Vediamo quali saranno alcuni di questi professionisti:

  1. Patient Manager: unisce capacità cliniche a quelle logistiche, garantisce l’assistenza continua al paziente organizzando il percorso di diagnosi e cura. Il patient manager ascolta il paziente, lo aiuta a risolvere i problemi e crea un iter di cure personalizzato.
  2. Data Manager: si occupa di coordinare le sperimentazioni cliniche svolte all’interno dell’Unità Operativa in cui lavora. In poche parole, il Data Manager organizza organizza le visite e inserisce i pazienti nella sperimentazione, funge da intermediario tra le case farmaceutiche e i promotori, tiene la contabilità del farmaco in sperimentazione.
  3. Nanomedico: le nanotecnologie potranno, in futuro, rivoluzionare le cure mediche, dunque, per somministrare i nuovi trattamenti ci sarà bisogno di nuove figure di specialisti.
  4. Manager della terza età: specialisti che assisteranno gli anziani a gestire sia le esigenze personali che quelle di salute. I manager della terza età troveranno soluzioni innovative in campo medico, alimentare, protesico e farmaceutico.

Potrebbero interessarti: