Avvocato: stipendio mensile

Il mestiere di avvocato è molto affascinante, ma vi siete mai chiesti quanto guadagna? Sono in tantissimi i ragazzi che si iscrivono alla facoltà di giurisprudenza con la speranza, un giorno, di diventare avvocati affermati e di successo. Per diventare avvocati è necessario prendere la laurea in giurisprudenza, della durata di 5 anni, fare un anno di praticantato presso uno studio di avvocati, fare l’esame di abilitazione e iscriversi all’albo degli avvocati. Chi intraprende questo percorso lo fa spinto dalla passione per le materie giuridiche, altri lo fanno anche con la speranza che il proprio lavoro porti a degli stipendi elevati. Purtroppo non sempre è così, soprattutto in Italia; oggi, infatti, scopriamo insieme quanto guadagna un avvocato al mese in Italia e quanto, invece, in Inghilterra e in America. Le cose non vanno sempre come immaginiamo e come le vediamo nei film e telefilm americani, affacciamoci alla realtà.

Scopri anche: Stipendio di un magistrato: qual è?

Quanto guadagna un avvocato al mese in Italia

Chi decide di intraprendere il percorso di studi che lo condurrà a diventare un avvocato, è spinto da diversi fattori: in primis la passione per le materie giuridiche, il fascino per la carriera da avvocato e anche perché nutre la speranza di avere un lavoro molto redditizio. Chi si laurea in giurisprudenza, dopo aver preso l’abilitazione e conseguito l’iscrizione all’albo, può decidere se intraprendere la carriera di avvocato penale, civile o amministrativo. La domanda che ci si pone spesso è se gli avvocati prendano uno stipendio molto alto, e la risposta è ni; nel senso che gli avvocati affermati, quelli con tanti anni di carriera e di fama alle spalle, possono considerarsi benestanti; gli avvocati junior, quelli alle prime armi, hanno un guadagno che si aggira intorno alle 500 euro mensili, mentre gli avvocati che lavorano presso uno studio possono arrivare a guadagnare tra i 1200 e i 1500 euro al mese e, se possibile, con qualche percentuale per ogni caso seguito e vinto. Ma diamo un’occhiata alla situazione degli avvocati in Inghilterra e in America.

Non perderti: Lavori più retribuiti: 7 più pagati in Italia nel futuro

Quanto guadagna un avvocato in Inghilterra e in America

La situazione degli avvocati in Inghilterra e in America è ben diversa da quella che c’è in Italia; in Italia gli avvocati sono davvero tanti, forse troppi, c’è una fortissima concorrenza e spesso gli avvocati sono costretti a svendere il proprio lavoro per poter portare a casa una causa. Partendo dall’Inghilterra possiamo darvi dei numeri esatti, lì gli avvocati sono 188.263, ciò significa che hanno più possibilità di lavorare, e anche meglio; ed è per questo motivo che molti giovani aspiranti avvocati italiani salutano l’Italia per andare in Inghilterra a cercare un po’ di fortuna.  Gli avvocati britannici arrivano a guadagnare circa 50.000 sterline che corrispondono a 60.000 euro. In America i guadagni degli avvocati sono ancora più elevati, possono guadagnare circa 93 milioni di dollari all’anno; una cifra che un avvocato italiano potrebbe guadagnerebbe in 3 anni, con un po’ di fortuna.

Leggi anche:  Lavori per diventare ricchi: classifica

Scopri anche: Quanto guadagna un notaio in media?