Vigile del fuoco: quanto guadagna al mese

Il lavoro del vigile del fuoco è molto impegnativo, richiede serietà, grande senso di responsabilità e dedizione per gli altri e per l’ambiente che ci circonda. Vista la premessa, ci viene da chiederci quanto guadagni mensilmente e oggi lo vogliamo scoprire insieme a voi. Se qualcuno tra voi è interessato a questa professione deve anche sapere qual è l’iter da seguire per diventarlo e, soprattutto, deve essere cosciente del lavoro che andrà a fare, delle responsabilità che si assumerà e dei rischi e pericoli ai quali, purtroppo, può capitare di esporsi. Le comunità devono molto ai vigili del fuoco che, una volta chiamati in aiuto, intervengono prontamente per ristabilire la sicurezza e l’ordine. Procediamo per gradi, conosciamo prima l’iter da seguire.

Vigile del fuoco: l’iter e i requisiti per diventarlo

I vigili del fuoco sono divisi in categorie: volontari, semplici, qualificati, esperti e coordinatori. La loro formazione, e di conseguenza lo stipendio, cambiano anche in base a questo. Innanzitutto per poter diventare vigile del fuoco, il primo requisito fondamentale è il diploma di istruzione secondaria di primo grado con il quale si può accedere a bandi pubblici che vengono indetti e pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale; per potervi partecipare si devono possedere tali requisiti:

  • cittadinanza italiana
  • godimento dei diritti politici
  • condotta civile e morale regolare

Il limite di età per partecipare al concorso è di 30 anni, mentre per i requisiti psico- fisici attitudinali si deve fare riferimento al D.M. 228/93 e dal D.P.C.M. 233/93. Il concorso è diviso in diverse fasi: una prova preselettiva, una prova motorio-attitudinale, un colloquio, una valutazione dei titoli di merito e l’accertamento dei requisiti di idoneità psico-fisica ed attitudinale. Per diventare vigile del fuoco volontario i requisiti sono quelli già citati, la soglia di età è di 37 anni e si può presentare domanda presso il comando provinciale di residenza, oppure presso il comando dei vigili del fuoco della provincia limitrofa.

Vigile del fuoco: il guadagno mensile

Lo stipendio di un vigile del fuoco varia a seconda del grado di cui si è investiti. Più sarà basso il grado altrettanto lo sarà lo stipendio percepito. Va da sé che il vigile del fuoco volontario non percepisca alcuno stipendio perché lo fa mosso dal desiderio di essere utile e di dare una mano nei casi di emergenza. Sulla questione che riguarda lo stipendio dei vigili del fuoco ci sono tante polemiche in quanto viene considerato basso se messo a confronto con la pericolosità del ruolo che svolge e con le responsabilità che si assume. Un vigile del fuoco semplice guadagna sulle 1.200 euro mensili per un totale di 16,700 euro lordi l’anno, un vigile del fuoco qualificato ne guadagna 17.180, un esperto 17,340 e infine un coordinatore arriva a 17.500 euro lordi l’anno.