Greco

Sandani e Creso

Volendo Creso, re dei Lidi, combattere contro i Persiani, uno dei saggi, di nome Sandani, volendo tenere lontano Creso dal combattere e temendo che la spedizione militare fosse infelice, disse a questo tali parole: “O re, rivolgi la mente benevolmente alle mie parole e ascolta: disponiti a combattere contro uomini, che portano vestiti di pelle […]

Clearco

Clearco era amante della guerra: ma sembrava essere bellicoso in questa poiché era amante del pericolo e combattendo di giorno e di notte (era) accorto verso i nemici e nelle sciagure. Infatti era capace di riflettere affinché l’esercito avesse le cose necessarie e (era capace) di disporre ogni cosa. Faceva ciò per essere pericoloso: e […]

Ciro incoraggia i suoi soldati

Ciro il Vecchio così incoraggiava i soldati: “O amici, sapete certamente che io vi amo e vi onoro, e soprattutto vi amerò e onorerò dopo la battaglia e la vittoria. So infatti che voi avete il coraggio di affrontare ogni pericolo e che sopportate ogni fatica e non temo e non mi accadono cose più […]

La battaglia di Maratona

Poiché i segni erano propizi, adesso gli Ateniesi si portavano di corsa contro i barbari. I Persiani assalivano con furore gli Ateniesi, che guardavano quanto erano pochi e che andavano di corsa senza cavalli e frecce: così allora i barbari combattevano. Gli Ateniesi uniti essendo colpiti combattevano contro i barbari in modo degno di considerazione. […]

Il tiranno Ipparco

Ipparco, figlio di Pisistrato, essendo il più vecchio tra coloro che erano intorno a Pisistrato, era anche il più saggio degli Ateniesi. Questi portò per primo i poemi di Omero ad Atene, e rese obbligatorio che i rapsodi li cantassero nelle Panatenaiche. E mandò il comandante di cinquanta uomini Teo da Anacreonte, affinché mandasse lo […]

I banchetti nell'isola dei Beati

Per il pranzo si intrattengono con musica e canti: si cantano in essi soprattutto i versi di Omero. E lo stesso può anche banchettare con essi. Dunque i cori sono (composti) da fanciulli e fanciulle: danno inizio al canto e cantano insieme il Eunomo della Locride, Ario di Lesbo, Anacreonte e Stesicoro. Dopo che gli […]

Preparativi di Ciro per la guerra

Ciro preparava le altre cose per la guerra magnificamente, avendo cura non solo degli alleati ma anche mettendo contesa agli amici fra loro affinché ciascuno di essi si mostrasse molto ben armato, praticissimo cavaliere, espertissimo nel lanciare frecce, abilissimo arciere e molto laborioso. Portava a termine queste cose portandoli fuori a caccia e distribuendo doni […]

Il ceramico

Il quartiere di Ceramico prende il nome dall’eroe Ceramo, e essendo detto questo Dioniso che era anche di Arianna: si trova a destra la prima stoà chiamata regale, dove il re arconte stabilisce il potere di un anno chiamato “basileia”. Stanno sopra al mattone di questa stoà statue di terracotta. Teseo che colpisce sul mare […]

Contro lo studio eccessivo

Traduzione Conosco alcuni padri che per amore smoderato sono causa di rovina dei figli. Cos’è ciò che voglio dire? Che i fanciulli che si sforzano primeggiano subito in tutte le cose, impongono a loro fatiche smisurate, ma i figli, essendo appesantiti da sofferenze, non ricevono l’istruzione pazientemente. Come infatti le piante sono nutrite da acque […]

I poemi di Omero

  Traduzione   I poemi di Omero sono due, l’Iliade e l’Odissea, distinguendosi ciascuno dei due nel numero dei canti, non dal poeta ma dai grammatici intorno Aristarco. L’Iliade ha (narra) le azioni dei Greci e dei barbari ad Ilio a causa del rapimento di Elena e soprattutto la forza di Achille nella guerra, mentre […]