Orientamento

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione

Cambio di facoltà

Vorrei cambiare facoltà? Come si fa?

Può capitare che a volte si faccia la scelta sbagliata. Non è un dramma, visto che il mondo universitario è totalmente diverso da quello delle Scuole Superiori.

Il trasferimento è piuttosto laborioso, specialmente per quelle facoltà che sono a numero chiuso. Se si vuole cambiare sede, nel caso di facoltà a numero chiuso, non si deve ripetere il test di ingresso (esempio se ho superato il test di Medicina a Torino, e mi voglio trasferire a Milano, non devo ripetere il test).

In linea di massima il trasferimento è gestito da regolamenti interni. In linea di massima ecco alcuni punti:

 

  1. Si deve presentare la richiesta di trasferimento entro e non oltre il 31 Dicembre dell’anno accademico in corso (questo per evitare di perdere l’anno)

  2. Si devono richiedere tutti i moduli necessari per il trasferimento presso la segreteria degli studenti dell’Università presso cui ci si vuole trasferire

  3. Si deve comunicare presso la propria segreteria l’intento di trasferirsi in un altro corso di laurea in modo tale che tutte le pratiche vengano inviate alla nuova segreteria

 

Vengono convalidati tutti gli esami che prevedono uguale denominazione e numero di crediti pari o superiore (nel caso di esami con uguale denominazione, ma con un numero di crediti inferiore rispetto al necessario è possibile che venga effettuata una prova di verifiche delle conoscenze ulteriore).

Di solito il numero massimo di riconoscimento di esami è 10.

Commenti

Commenta Cambio di facoltà.
Utilizza FaceBook.