Orientamento

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione

Come risolvere i quesiti di Biologia ai test d'ammissione

TEST INGRESSO UNIVERSITA': GUIDA ALLE DOMANDE DI BIOLOGIA. Come rispondere bene alle domande di biologia dei test d'ingresso? Questa breve guida si pone come obiettivo il fornire agli studenti le informazioni e gli strumenti adatti ad affrontare le domande di biologia nel test di ingresso per i corsi di laurea e laurea magistrale di Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria e Medicina Veterinaria. Nella guida vengono presentati esempi e spiegazioni sul tipo di domande proposte agli studenti, in modo da permettere di esercitarsi con le diverse tipologie di quesiti. Gli studenti saranno in grado di affrontare la prova con maggiore consapevolezza  e avranno la capacità e le conoscenze necessarie per ottenere un buon risultato.

Non perderti la guida completa sui test d'ingresso: Test ingresso 2016: tutto sul numero chiuso

TEST INGRESSO MEDICINA: COSA STUDIARE PER LE DOMANDE DI BIOLOGIA.  Per rispondere correttamente alle domande di biologia, è necessario avere innanzittutto una buona preparazione teorica, e successivamente esercitarsi su quiz a risposta multipla. È necessario avere una conoscenza approfondita dei seguenti argomenti:

  • La Chimica dei viventi. I bioelementi. L'importanza biologica delle interazioni deboli. Le proprietà dell’acqua. Le molecole organiche presenti negli organismi viventi e rispettive funzioni. Il ruolo degli enzimi.
  • La cellula come base della vita. Teoria cellulare. Dimensioni cellulari. La cellula procariote ed eucariote. La membrana cellulare e sue funzioni. Le strutture cellulari e loro specifiche funzioni. Riproduzione cellulare: mitosi e meiosi. Corredo cromosomico. I tessuti animali.
  • Bioenergetica. La valuta energetica delle cellule: ATP. I trasportatori di energia: NAD, FAD. Reazioni di ossido-riduzione nei viventi. Fotosintesi. Glicolisi. Respirazione aerobica. Fermentazione.
  • Riproduzione ed Ereditarietà. Cicli vitali. Riproduzione sessuata ed asessuata.
  • Genetica. Genetica Mendeliana: Leggi fondamentali e applicazioni. Genetica classica: teoria cromosomica dell'ereditarietà cromosomi sessuali; mappe cromosomiche. Genetica molecolare: DNA e geni; codice genetico e sua traduzione; sintesi proteica. Il DNA dei procarioti. Il cromosoma degli eucarioti. Regolazione dell'espressione genica. Genetica umana: trasmissione dei caratteri mono e polifattoriali; malattie ereditarie. Le nuove frontiere della genetica: DNA ricombinante e sue possibili applicazioni biotecnologiche. Ereditarietà e ambiente. Mutazioni. Selezione naturale e artificiale. Le teorie evolutive. Le basi genetiche dell'evoluzione.
  • Anatomia e Fisiologia degli animali e dell'uomo. Anatomia dei principali apparati e rispettive funzioni e interazioni. Omeostasi. Regolazione ormonale. L'impulso nervoso. Trasmissione ed elaborazione delle informazioni. La risposta immunitaria.

DOMANDE BIOLOGIA TEST MEDICINA E TEST VETERINARIA: COME PREPARARSI. Una volta acquisita un’ottima conoscenza delle tematiche sopra riportate, è consigliabile verificare la propria preparazione affrontando dei quesiti a risposta multipla. Ciò potrà essere utile per capire come rispondere alle domande del test e comprendere il tipo di nozioni richieste. Qui di seguito si possono trovare degli esempi che rappresentano la tipologia di quesiti di Biologia presente nella prova di ammissione.
 

TEST INGRESSO: COME RISPONDERE BENE ALLE DOMANDE DI BIOLOGIA. Per rispondere ai quesiti in modo corretto, occorre innanzitutto leggere con attenzione la domanda e le risposte proposte.

ESEMPIO 1: Quale delle seguenti affermazioni sui linfociti T NON è corretta:

A) Originano nel midollo osseo e acquisiscono competenze immunologiche nel timo.
B) Esprimono recettori che riconoscono solo peptidi antigenici presenti sulla superficie di altre cellule.
C) Sono protagonisti della risposta immunitaria cellulo – mediata, poiché si legano a cellule infette e le distruggono direttamente.
D) Producono prostaglandine e citochine.
E) Sono in grado di riconoscere per contatto proteine presenti sulla superficie di tutte le cellule presenti in un organismo.

La risposta è D. I linfociti producono prostaglandine e citochine.
Per rispondere a questo tipo di quesito, bisogna richiamare le caratteristiche dei linfociti ed eliminare per esclusione le risposte che sembrano descrivere correttamente i linfociti. Bisogna concentrarsi sull’individuare la risposta non corretta e non quella che meglio descrive i linfociti.
Per cui, se non si raggiunge la risposta subito, si può giungere al risultato procedendo per esclusione:

Durante la vita embrionale, nel midollo osseo, si formano linfociti B e linfociti T. La popolazione T poi prolifera nel timo, per cui la risposta A deve essere scartata perché descrive correttamente le caratteristiche dei linfociti. I linfociti B presentano sulla superficie anticorpi che possono legare proteine, polisaccaridi e lipidi fluidi; essi svolgono la loro funzione nell’immunità umorale. I linfociti T sono protagonisti della risposta immunitaria cellulo-mediata, poiché si legano a cellule infette e le distruggono direttamente. Per cui non si possono segnare le risposte B e C. I linfociti T sono in grado di riconoscere per contatto proteine presenti sulla superficie di tutte le cellule presenti in un organismo; queste proteine vengono definite proteine MHC (complesso maggiore di istocompatibilità) e sono specifiche per ogni individuo. Nemmeno la risposta E è corretta.

ESEMPIO 2: In un campione di DNA è stata riscontrata una percentuale di citosina del 28%. Quale sarà la percentuale di adenina presente nel campione?

A) 22%
B) 27%
C) 28%
D) 44%
E) 54%

La risposta corretta è la A. Il DNA è un acido nucleico, formato da sub unità chiamate nucleotidi, a loro volta costituiti da una base azotata (purina o pirimidina), uno zucchero pentoso e un gruppo fosfato.  La timina e la citosina sono  pirimidine, mentre adenina e guanina sono purine. Per risolvere il quesito bisogna partire dal concetto  che la percentuale di adenina, guanina, citosina e timina nel DNA deve essere 100%.

Siccome la guanina è la base complementare della citosina, ciò significa che il DNA conterrà il 28% di citosina e il 28% di guanina. Questo porta ad avere un quantitativo di citosina e guanina pari al 56%.
Per cui, il quantitativo di timina e adenosina sarà pari al 44%, ossia a 100 - 56. Siccome la timina e l’adenosina sono complementari, vorrà dire che la percentuale di adenina nel DNA sarà del 22%, ossia a 44:2.
La risposta B è completamente errata, perché assume che il quantitativo di citosina sia 23%.
La risposta C erroneamente associa come base complementare alla guanina la timina.
La risposta E, come la B, è sbagliata.

ESEMPIO 3: Gli occhi blu sono causati da un gene che si trova sul cromosoma Y. Assumendo che l'1% dei cromosomi Y contenga questo gene, quale delle seguenti risposte indica il probabile numero di persone con gli occhi blu su una popolazione di 10.000 persone?

A) 50
B) 100
C) 500
D) 1000
E) 5000

La risposta corretta è la A. Per giungere a questa risposta, bisogna ragionare sul fatto che nella domanda si parla di una popolazione di 10000 persone, di cui si assume che più o meno la metà saranno uomini e la metà donne.
Assumendo che quindi ci saranno 5000 uomini e che di questi l’1% sarà portatore del gene degli occhi blu, risulta che la risposta corretta è la A, 50.

La risposta B non è corretta perche 100 sarebbe 1% di tutta la popolazione di 10000 persone.
La risposta C rappresenta il 10% della popolazione maschile.
La risposta D riporta il 10% di tutta la popolazione di 10000 persone.
La risposta E riporta il numero degli uomini all’interno della popolazione.

Vuoi una guida più specifica? Leggi: Test Medicina 2016: domande di biologia
 

TEST INGRESSO 2016: TUTTO QUELLO CHE TI SERVE. Preparati al meglio per i test ingresso 2016! Ecco tutte le nostre guide a tua disposizione:

 

 

 

Commenti

Commenta Come risolvere i quesiti di Biologia ai test d'ammissione.
Utilizza FaceBook.